fbpx

Tamberi vola a 2,37: è record italiano

02 Agosto, 2015

Storica impresa del 23enne Gianmarco Tamberi che ha superato l’asticella alla misura di 2.37 al primo tentativo al meeting di salto in alto tedesco di Ederstadt migliorando il record italiano che deteneva in comproprietà con l’altro big azzurro Marco Fassinotti (2.34).

Gianmarco, figlio d’arte dell’ex primatista italiano Marco Tamberi e fratello del giavellottista Gianluca, ha migliorato il record italiano due volte con 2.35 al terzo tentativo e 2.37 alla prima prova.
Nella sua progressione Tamberi ha superato 2.20 alla prima, 2.27 alla prima, 2.30 alla terza, 2.33 alla prima prova.

Il marchigiano è stato preceduto dal bronzo olimpico canadese Dereck Drouin che si è aggiudicato il primo posto per un numero minore di errori rispetto dall’azzurro avendo sbagliato solo una prova a 2.24 m.
Terzo posto a pari misura di 2.33 m per il canadese Michael Mason che ha preceduto per un numero minore di errori l’ex campione del mondo di Osaka 2007 Donald Thomas (2.33 alla terza prova).

Ottimo anche Fassinotti che ha superato 2.30 m al primo tentativo prima di sbagliare una prova a 2.33 e due alla misura del record italiano a 2.35 m.
Tamberi ha successivamente affrontato l’asticella a 2.39 m dimostrando di avere buone potenzialità a questa misura al terzo tentativo.

Con il 2.37 di Eberstadt Tamberi sale al terzo posto delle liste mondiali dell’anno al pari di Bogdan Bondarenko e Derek Drouin.
Solo Mutaz Barshim (2.41) e Zhang Guowei (2.38) hanno fatto meglio dell’azzurro.

“Una misura del genere è qualcosa di straordinario ma dentro di me avevo sentito di poterla valere soprattutto in occasione del 2.28 a Buhl il 28 giugno dove ero andato veramente oltre l’asticella – ha commentato il nuovo primatista italiano – L’atmosfera era super. Mi piace coinvolgere la gente. Sono arrivato a Eberstadt dopo che avevo superato 2.28 a Londra e 2.29 a Stoccolma sotto la pioggia. Volevo presentarmi ai Mondiali con un bel biglietto da visita. Fare a Pechino quello che ho realizzato a Eberstadt potrebbe significare qualcosa di molto significativo. Ho affrontato 2.39 al tredicesimo salto di giornata. L’adrenalina era al massimo ma le energie erano venute ormai meno”.

Articoli correlati

Marcell Jacobs, record italiano!

13 Maggio, 2021

Marcell Jacobs è il nuovo primatista italiano dei 100 metri con il tempo di 9″95. “Dopo le indoor e la frazione corsa ai Mondiali di staffette, sapevo di essere in forma. Ero un po’ teso ai blocchi, perché ero il primo ad avere grandi aspettative“. Marcell Jacobs è entrato nella storia dell’atletica italiana firmando uno […]

Record del mondo under 20 di Athing Mu sugli 800 metri

28 Febbraio, 2021

Athing Mu distrugge il record mondiale U20 indoor degli 800 metri. Il precedente primato personale indoor di 2’01”07 risale al 16 gennaio scorso a College Station. La diciottenne Athing Mu ha stabilito il primato del mondo under 20 sugli 800 metri femminili fermando il cronometro in un clamoroso 1’58”40, alle South Eastern Conference di Fayetteville […]

Jim Walmsley a soli 12 secondi dal record del mondo sui 100 km

24 Gennaio, 2021

 Fallisce il tentativo di Jim Walmsley di stabilire la migliore prestazione mondiale sui 100 km. Il trentunenne chiude in 6h09’26”, 12 secondi in più del limite fissato da Nao Kazami nel 2018, prestazione che gli vale comunque il record americano all time sulla distanza. Sull’onda cavalcata da Nike e Salomon, anche Hoka OneOne, il brand nato […]

Più forti su strada che su pista

20 Novembre, 2020

Giorgio Rondelli affronta l’argomento sul numero di Correre di novembre partendo da alcuni record stabiliti alla fine dell’estate. In quel periodo sono state realizzate diverse migliori prestazioni mondiali sull’ora in pista, oltre a un record nella mezza maratona femminile. Questi primati hanno paradossalmente evidenziato come gli stessi atleti di alto livello siano più forti su […]