fbpx

IAAF Diamond League a Doha: super Semenya negli 800m

IAAF Diamond League a Doha: super Semenya negli 800m

06 Maggio, 2017
Caster Semenya, protagonista assoluta a Doha (Foto: Giancarlo Colombo)

Partenza con il botto per la IAAF Diamond League al Qatar Sports Club di Doha dove sono state registrate sei migliori prestazioni mondiali dell’anno e tre record del meeting. 

Il mezzofondo ha regalato l’acuto della campionessa olimpica sudafricana Caster Semenya, che ha vinto il priimo confronto stagionale degli 800m in 1’56”61 (miglior tempo mondiale dell’anno) sul bronzo olimpico Margaret Wambui (1’57”03). la primatista mondiale dei 1500m Genzebe Dibaba ha corso in 1’59”37 nella prima gara della sua carriera sul doppio giro di pista.

Molto avvincenti i 3000 siepi femminili dove Hyvin Kyeng ha stabilito la sesta prestazione all-time con 9’00”12 precedendo Betarice Chepkoech (9’01”57) e la primatista mondiale Ruth Jebet (9’01”99). Celphine Chepsoi ha stabilito il record mondiale under 20 in quarta posizione con 9’05”70. Record nazionali per la tedesca Gesa Felicitas Krause (settima in 9’15”70) e per la giamaicana Aisha Praught (ottava in 9’19”29).

Festival keniano sui 1500 metri maschili dove Elijah Manangoi ha stabilito il miglior crono mondiale dell’anno con 3’31”90 precedendo Silas Kiplagat (3’32”23) e Bethwell Birgen (3’32”27).

Nell’ultima gara del meeting Ronald Kwemoi ha firmato il primo meno 7:30 della sua carriera sui 3000m fermando il cronometro in 7’28”73 davanti all’argento olimpico Paul Chelimo (7’31”57) e a Yomif Kejelcha (7’32”27).

Thomas Rohler ha regalato il risultato copertina del meeting di Doha diventando il secondo giavellottista di sempre con un lancio da 93.90m alle spalle del record mondiale di Jan Zelezny (98.48). Il tedesco ha battuto il record nazionale di Raymond Hecht (92.60m) e il primato della Diamond League. Johannes Vetter ha completato la doppietta tedesca in seconda posizione con 89.68m. Terzo posto per il ceco Jakub Vadlejch con 87.91m.

Elaine Thompson ha vinto la prima sfida stagionale con Dafne Schippers sui 200 metri femminili con 22”19 con vento contrario di -2.3 m/s. Il sudafricano Akani Simbine si è confermato l’uomo del momento dello sprint mondiale vincendo i 100 metri in 9”99 davanti a Asafa Powell (10”08) con vento contrario di -1.2 m/s.

Vento sfavorevole anche nei 100 ostacoli femminili dove la primatista mondiale Kendra Harrison si è imposta in 12”59 (vento -2.3 m/s) davanti alla campionessa europea Cindy Roleder (12”90) e a Sherika Nelvis (12”91). Mutaz Barshim ha vinto la prima gara della sua carriera al meeting di Doha nel salto in alto con 2.36m (migliore prestazione mondiale dell’anno). Il pubblico del Qatar ha festeggiato un altro successo del connazionale Abderrahman Samba che ha preceduto il campione olimpico Kerron Clement in 48”44. Vittoria sofferta di Christian Taylor, che ha battuto il connazionale Omar Craddock all’ultimo tentativo a sua disposizione con 17.25m. Steven Gardiner ha ribadito la leadership stagionale sui 400m vincendo in 44”60 davanti a Lashawn Merritt (44”78). Ekaterni Stefanidi ha vinto con 4.80m il primo duello stagionale nel salto con l’asta femminile con Sandi Morris (4.75m). Michelle Carter si è imposta su Anita Marton nel getto del peso femminile con 19.32m (seconda miglior misura mondiale stagionale)

Articoli correlati

L’Italia della maratona agli Europei

05 Agosto, 2022

Oltre al campionato europeo individuale si gareggia anche per la Coppa Europa. Dopo il forfait di Faniel, Aouani e Meucci potranno essere gli uomini-squadra per difendere la grande storia della maratona italiana agli Europei.  Ferragosto di lavoro per gli azzurri della maratona. Alle ore 11:30 di lunedì 15 agosto, infatti, i maratoneti convocati dal direttore […]

Bravo Meslek! 3’36”04 nei 1.500 metri

31 Luglio, 2022

Di Marta Zenoni sui 1.500 m e Sintayehu Vissa sugli 800 m le altre vittorie del mezzofondo azzurro al meeting “Sport e Solidarietà” di Lignano Sabbiadoro La trentatreesima edizione del Meeting Sport e Solidarietà di Lignano Sabbiadoro ha regalato tre vittorie italiane nel mezzofondo: Ossama Meslek e Marta Zenoni sui 1.500 m, e Sintayehu Vissa […]

Eugene 2022: che “master” ai Mondiali

27 Luglio, 2022

Dai 36 anni in dicembre del fenomeno Shelly-Ann Fraser-Pryce ai 49 anni della marciatrice australiana Kelly Riddicknon sono mancati atleti “in età da Master (35 anni e oltre)” tra i protagonisti dei Campionati mondiali di atletica 2022 La rivista Correre si occupa anche dell’attività atletica del settore Master. Per questo conserviamo la tradizione di analizzare […]

News Allenamento Equipment Salute Correre