fbpx

Strongman Run: roba per gente tosta

19 Settembre, 2014

“Scateniamo l’inferno”. Solo due parole per Gabriele Abate vincitore della Strongman Run 2013. Che festa quel pomeriggio di settembre a Rovereto, volava tra gli ostacoli, sorrideva ai fotografi, lottava per conquistare il primo posto. Sabato cercherà di fare il bis. Lui abituato alle montagne, forte fino a vincere un argento mondiale qualche anno fa, tenterà di essere ancora il re della Strongman.

Un Team Brooks al gran completo alla gara più divertente e pazza dell’anno. Oltre a Gabriele Abate al via anche Paolo Gallo, sul gradino più alto del podio nel 2012, primo anno della Strongman in Italia. E poi Alex Baldaccini sul podio l’anno scorso e vicecampione europeo di corsa in montagna 2013 nonchè protagonista domenica scorsa nel mondiale sempre di corsa in montagna con la squadra azzurra.
Brooks in rosa rappresentata dalla Campionessa mondiale 2013 di corsa in montagna Alice Gaggi che ora a Milano è anche coach per un gruppo di donne che stanno iniziando a correre e dalla veneta Giovanna Pizzato che, pur dividendosi tra lavoro e gestione della famiglia, sta vivendo uno straordinario periodo di forma.

La domanda però è: “Per vincere la Strongman Run è meglio avere il passo da atleti da montagna oppure da ultramaratoneti?”. Proverà a sciogliere il dubbio l’ultramaratoneta azzurro Marco D’Innocenti.

Alessandro Fabian, il più forte triatleta italiano (una settimana fa ha vinto per la sesta volta il campionato italiano, nel 2012 è arrivato 10° alle Olimpiadi di Londra, quest’anno è tra i 20 più forti triatleti del mondo) testerà in anteprima il percorso e sabato mattina allo stand Brooks al Villaggio in piazza Achille Leoni dalle 11 alle 12 incontrerà il pubblico.

Gente tosta insomma, atleti che sanno il fatto loro, ma che non smetteranno mai di vivere la corsa come un grande, grandissimo divertimento.