fbpx

STRIDE SIGNATURE: presentata a Firenze la nuova filosofia Brooks

Ciascun runner corre a modo suo, non esiste un modo giusto o sbagliato di correre, ma soltanto il modo naturale in cui lo fa ciascuno di noi. Questa filosofia è ciò che la Brooks chiama Stride Signature ossia firma del passo.

Anni di ricerca scientifica condotta da uno dei più quotati team internazionali, hanno permesso a Brooks di verificare l’ipotesi che, quando corre, ciascuno di noi si muove secondo una sequenza di movimenti preferita, seguendo la quale ogni parte del suo corpo si muove fluidamente, incontrando la minor resistenza possibile.

L’unica differenza è che, mentre corrono, alcune persone si muovono restando costantemente nella sequenza dei movimenti più fluidi, mentre altre persone tendono invece a deragliare, uscendo all’esterno di essa. I runner che formano il primo gruppo possono correre con qualsiasi scarpa, senza necessità di particolare stabilità, mentre i runner che fanno parte del secondo gruppo necessitano invece di una guida, che può essere fornita loro da scarpe dotate di appositi stabilizzatori.

Inoltre, quando va a correre, ogni individuo può avere aspettative diverse, anche verso le scarpe che usa:

– Preferire scarpe protettive e molto ammortizzate, con cui planare attraverso la sua corsa = CUSHION ME (ammortizzami)

– Preferire scarpe più elastiche e reattive, che lo aiutano a rimbalzare bene ad ogni passo = ENERGIZE ME (dammi energia)

– Preferire la percezione di una maggiore connessione con il terreno, data da scarpe flessibili e leggere = CONNECT ME (connettimi)

– Puntare tutto sulla velocità, scegliendo un assetto basso e leggero, con cui decollare nel giorno della gara = PROPEL ME (spingimi)

Per ciascuna di queste quattro aspettative la Brooks ha progettato delle scarpe specifiche, suddividendo quindi la sua offerta in 4 famiglie di prodotti, chiamati, appunto, CUSHION ME, ENERGIZE ME, CONNECT ME e PROPEL ME. All’interno di ciascuna famiglia, si trovano poi sia dei modelli di scarpe neutre, adatte ai runner più fluidi, che delle scarpe stabili, raccomandate invece ai runner che necessitano di supporto.

A partire dalla sua collezione 2016, la Brooks propone di scegliere le scarpe in base alle proprie aspettative, ed alla propria necessità di supporto, permettendo così di trovare la scarpa ideale.