fbpx

Stanford: brilla Giulia Viola, bene Roffino e La Rosa

04 Maggio, 2015

Ottimo risultato cronometrico della campionessa italiana indoor e outdoor Giulia Viola che ha migliorato il personale sui 5.000 metri correndo in 15’38”47 al Payton Jordan Invitational di Stanford in California. Questa prestazione migliora di 27 centesimi di secondo il precedente record stabilito in occasione dell’ottavo posto agli Europei di Zurigo.
La mezzofondista veneta allenata da Vittorio Di Saverio si è piazzata al terzo posto nella seconda serie preceduta dalla statunitense Chelsea Reilly (15’34”59) e della giapponese Miho Shimizu (15’35”53).

Bravo anche il grossetano Stefano La Rosa che ha corso i 10.000 metri in 28’24”42 classificandosi secondo nella seconda serie alle spalle dello statunitense Jim Spisak (28’20”65) sulla pista dove lo scorso anno stabilì il suo record personale con 28’13”62.

Valeria Roffino
è scesa per la seconda volta in carriera sotto i 10 minuti nei 3.000 siepi con 9’58”15 piazzandosi al decimo posto nella gara vinta dalla statunitense Courtney Frerichs in 9’32”12.
Nono posto per Patrick Nasti in 8’39”92. Sara Galimberti ha migliorato di un minuto e 45 secondi il suo record personale sui 10.000 metri con il tempo 33’20”48. La peruviana Santa Ines Melchor Huiza si è imposta in 31’56”62.

Il meeting statunitense ha fatto registrare tre migliori prestazioni mondiali dell’anno con il keniano Stanley Kebenei (8’23”93 nelle siepi) davanti a Dan Huling (8’24”61), con il britannico Andy Vernon (27’42”62 nei 10.000) davanti allo statunitense Ben True (27’43”79) e all’australiano Ben St Lawrence (27’44”24) e con la keniana Sally Kipyego nei 5.000 femminili con 14’57”44( davanti a Betsy Saina (15’00”48).

Grande densità di risultati anche sui 5.000 metri maschili dove sei uomini sono scesi sotto i 13’20” con il successo andato al messicano Juan Luis Barrios in 13’15”71 davanti allo statunitense Garreth Heath (13’16”31).
Quindici atlete sotto i 32 minuti nei 10.000 metri vinti dall’olandese Susan Kujkeen in 31’31”97 davanti all’etiope Buze Diriba (31’33”27) e all’altra olandese Jip Vastenburg (record europeo under 23 con 31’35”48).