fbpx

Shelly Ann Fraser Pryce vince il quarto oro iridato sui 100 metri

Di: Diego Sampaolo

Shelly Ann Fraser Pryce ha vinto il quarto oro iridato sui 100 metri della sua carriera e l’ottavo complessivo sfiorando di un solo centesimo di secondo il record giamaicano da lei stessa detenuto con 10”71, tempo che migliora di due centesimi di secondo il crono più veloce al mondo di questa stagione di 10”73 stabilito da lei stessa e dalla connazionale Elaine Thompson ai Campionati nazionali di Kingston lo scorso Giugno. Per la giamaicana è stato il primo grande titolo dopo essere diventata madre di Zyon due anni fa. Dina Asher Smith ha conquistato la medaglia d’argento migliorando di due centesimi di secondo il suo record britannico con 10”83 davanti a Marie Josée Ta Lou (10”90) e a Elaine Thompson (10”93).

Oro e record del mondo per la staffetta 4×400 mista

La staffetta 4×400 mista statunitense composta da Will London, Allyson Felix, Courtney Okolo e Michael Cherry ha stabilito il secondo primato del mondo in due giorni nella staffetta 4×400 mista fermando il cronometro in 3’09”34. Felix ha arricchito la sua collezione di medaglie vincendo il dodicesimo oro della sua carriera e la diciassettesima medaglia complessiva ai Mondiali. La Giamaica ha conquistato l’argento in 3’11”78 precedendo il Barhein (bronzo con 3’11”82) e la Gran Bretagna (3’12”27).

Le altre finali della terza giornata: Ori per Taylor e Sidorova

Lo statunitense Christian Taylor si è aggiudicato il quarto titolo mondiale nel salto triplo maschile con 17.92m al quinto tentativo battendo Will Claye (17.74m), mentre Fabrice Zhango ha vinto il bronzo con 17.66m conquistando la prima medaglia per il Burkina Faso nella storia della manifestazione iridata. Pedro Pablo Pichardo è fuori dal podio con 17.62m.

In una fantastica finale di salto con l’asta femminile Anzhelika Sidorova ha trionfato con 4.95m nel terzo e ultimo tentativo a sua disposizione battendo la statunitense Sandi Morris, che ha vinto il secondo argento consecutivo ai Mondiali con 4.90m. La campionessa uscente Ekaterini Stefanidi ha vinto il bronzo con 4.85m nella migliore gara della storia con sei atlete oltre i 4.80m e dodici oltre i 4.70m.

La marcia 20 km femminile disputata di notte sulla passeggiata della Corniche ha fatto registrare la tripletta della Cina. La primatista del mondo Liu Hong ha vinto il terzo oro della sua carriera in 1h32’53 precedendo le connazionali Qieyang Shenjie (1h33’10”) e Yang Yujing (1h33’17). Antonella Palmisano è stata la migliore delle italiane in tredicesima posizione in 1h37’36” precedendo di quattro posizioni Valentina Trapletti (1h38’22”.

Desalu in semifinale sui 200 metri

Lo sprinter azzurro Eseosa Desalu ha conquistato l’accesso alle semifinali dei 200 metri grazie al quarto posto nella sua batteria in 20”43 realizzato nella batteria, che gli ha permesso di passare il turno ripescaggio. Lo sprinter di Casalmaggiore ha dovuto attendere la conclusione delle batterie per poter gioire. Aaron Brown ha vinto la batteria dell’azzurro in 20”10.

Semifinali 800 metri maschili:

Il portoricano Wesley Vazquez ha dominato la prima semifinale in un eccellente 1’43”96 con una gara da front runner dall’inizio alla fine. Il keniano Ferguson Rotich ha prenotato il secondo posto per la finale con 1’44”20 precedendo lo statunitense Clayton Murphy (1’44”48) e lo spagnolo Adrian Ben (1’44”97).

Articoli Correlati

Doha 2019: Crippa batte il record italiano di Antibo sui 10.000 metri
Mondiali di Doha: Super Hassan vince i 1500 metri in 3’51”95, sesta di sempre
Doppio record italiano delle staffette 4×100 ai Mondiali di Doha
Selwa Naser terza donna di sempre sui 400 metri
Asher Smith regina sui 200 metri, Re ad un passo dall’impresa sui 400 metri
Divise Joma
Mondiali di Doha: sette nazionali vestono Joma