fbpx
Yeman Crippa

San Silvestro di corsa con Crippa a Bolzano e Faniel a Madrid

Di: Diego Sampaolo

Sarà un giorno di San Silvestro di grande atletica con la sfida a distanza tra Yeman Crippa, impegnato alla Boclassic di Bolzano, e Eyob Faniel, al via alla San Silvestre Vallecana di Madrid. 

Crippa insegue il record europeo dei 5 km a Bolzano

La Boclassic Alto Adige di Bolzano cambia ambientazione adattandosi alle normative anti-covid. La classica altoatesina non si svolgerà infatti sul tradizionale percorso con partenza e arrivo in Piazza Walther, ma al centro di guida sicura Safety Park di Vadena in provincia di Bolzano. 

Crippa punta a chiudere con il botto una stagione straordinaria nella quale ha battuto i record italiani dei 3000 metri a Roma e dei 5000 metri a Ostrava. Il bronzo europeo dei 10000 metri di Berlino 2018 insegue l’obiettivo di battere il primato europeo dei 5 km su strada stabilito dal francese Jimmy Gressier in questa stagione sulle strade di Montecarlo con 13’18” in occasione della Monaco Run. Crippa è diventato il primo atleta italiano a detenere i primati italiani sui 3000, 5000 e 10000 metri dai tempi di Franco Fava. 

Crippa sfida un trio di campioni etiopi formato da Muktar Edris, Telahun Haile Bekele e Tadese Worku. Edris ha già vinto la Boclassic nel 2014, 2016 e 2017 e si è laureato campione del mondo dei 5000 metri a Londra nel 2017 e a Doha nel 2019. Il ventiseienne etiope ha debuttato di recente sulla mezza maratona a New Dehli correndo la distanza in un eccellente 59’04”. 

Bekele si è piazzato secondo nell’edizione dell’anno scorso della Boclassic alle spalle di Faniel. Il ventunenne etiope ha vinto i 5000 metri al Golden Gala di Roma stabilendo la migliore prestazione mondiale del 2019 con 12’52”98 e si è classificato al quarto posto sulla stessa distanza ai Mondiali di Doha. 

Worku ha vinto la medaglia d’argento nella gara under 20 ai Mondiali di cross di Ahrus nel 2019. In Italia ha vinto il Memorial Peppe Greco di Scicli e si è classificato terzo ai Giro al Sas di Trento nel 2019 e secondo alla Cinque Mulini a San Vittore Olona nel 2020. 

Da seguire anche i giovani ugandesi Albert Chemutai (quarto ai Mondiali Under 20 di Tampere 2018 sui 3000 siepi) e Oscar Chelimo (bronzo ai Mondiali di cross di Ahrus 2019 nella gara under 20) e il marocchino Abdelati Iguider (bronzo olimpico sui 1500m a Londra 2012). 

Gli altri italiani in gara sono Mohad Adikadar (due volte campione italiano sui 1500m nel 2014 e 2015), Yassin Bouih (sei volte campione italiano indoor e ottavo agli Europei Indoor a Belgrado nel 2017 sui 1500m), Said El Otmani (13’19”30 sui 5000 metri a Rabat nel 2019), Marouan Razine (due volte campione italiano assoluto sui 5000m nel 2014 e 2015) e Pietro Riva (campione europeo under 20 sui 10000m nel 2015 a Eskilstuna) e il beniamino locale Markus Ploner (alla diciottesima partecipazione). 

Nella gara femminile sulla distanza di 10 km Margaret Chelimo Kipkemboi insegue il doppio obiettivo di vincere la Boclassic per il secondo anno consecutivo e di battere il primato mondiale su questa distanza per una gara solo femminile detenuto dalla marocchina Asmae Leghzaoui, che realizzò 30’29” a New York. Chelimo ha vinto la medaglia d’argento sui 5000m ai Mondiali di Doha 2019 e ha stabilito il record personale sui 3000 metri sempre nella capitale del Qatar con il tempo di 8’24”76. 

Le altre protagoniste saranno la vincitrice della Boclassic 2014 Janet Kisa, la forte specialista dei 3000 siepi Norah Jeruto (personale di 8’59”62 stabilito a Bruxelles nel 2018) e Dorcas Jepchirchir Tuitoek (seconda alla mezza maratona di Istanbul in 1h06’33” e terza sulla stessa distanza a Copenaghen in 1h06’36”). Da seguire anche l’ucraina di stanza a Roma Sofia Yeremchuk. 

Le migliori italiane in gara sono Giovanna Epis (campionessa italiana di maratona a Reggio Emilia lo scorso Dicembre con il record personale di 2h28’03), Rebecca Lonedo, Ludovica Cavalli (campionessa italiana under 23 sui 1500 metri alla Festa dell’Endurance di Modena lo scorso Ottobre), Maria Chiara Cascavilla e la siepista Martina Merlo. 

Andreas Widmann (Presidente dell’Associazione organizzatrice Laufer Club Bozen Raiffeisen) ha affermato a due giorni dall’evento: 

“Ogni anno mi stupisco delle star che il nostro athletics manager Gianni Demadona porta a Bolzano. Sicuramente ci mostreranno dei “fuochi d’artificio” sportivi in sicurezza presso il Centro Guida Sicura Safety Park, in cui ci sposteremo eccezionalmente per questa quarantaseiesima edizione della Boclassic Alto Adige. Che vincano la migliore e il migliore, e se dovesse spuntare anche un record mondiale o europeo, sarebbe ancora meglio”. 

Faniel torna in Spagna per la San Silvestre Vallecana

Eyob Faniel torna alle gare con l’obiettivo di correre forte alla San Silvestre Vallecana, classica gara di 10 km in programma a Madrid il 31 Dicembre. Esattamente un anno fa il primatista italiano di maratona conquistò uno straordinario successo alla Boclassic di Bolzano diventando il primo azzurro a vincere la classica altoatesina dai tempi del successo di Salvatore Antibo. 

Faniel torna a gareggiare in Spagna dove in questa stagione ha già corso la mezza maratona di Siviglia in 1h00’44” in Gennaio poche settimane prima di migliorare il primato italiano sulla maratona detenuto da Stefano Baldini con 2h07’19” sempre nella città dell’Andalusia. Quest’anno l’atleta allenato da Ruggero Pertile ha corso la gara di 10 km a Lens in Francia in 28’12” avvicinando di 4 secondi il primato italiano stabilito lo scorso Gennaio da Daniele Meucci con 28’08”. Faniel si è ripetuto pochi giorni dopo correndo un’altra gara di 10 km in 28’10” sul circuito automobilistico di Monza. 

Nella capitale spagnola Faniel affronterà un cast di alto livello che comprende lo statunitense di origini keniane Paul Chelimo, argento alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 e bronzo ai Mondiali di Londra 2017 sui 5000 metri, l’altro azzurro Stefano La Rosa (autore del secondo miglior tempo in carriera sulla mezza maratona con 1h02’28”), il keniano Daniel Simiu Ebenyo (27’18” sui 10 km a Berlino), l’israeliano di origini etiopi Maru Teferi (ottavo alla Maratona di Siviglia 2020 in 2h07’20” davanti a Faniel), il burundese Thierry Ndikumweayo (13’26”85 di primato personale sui 5000 metri e nono posto ai Mondiali di cross di Ahrus) e l’olandese Mike Foppen (13’13”06 sui 5000 metri a Montecarlo). Chelimo correrà per la terza volta in Spagna nel 2020 dopo il quarto posto ad Elgoibar e il secondo posto a Siviglia in due corse campestri del circuito World Athletics. Il suo obiettivo sarà battere il primato statunitense sui 10 km detenuto da Bernard Lagat con 27’48”. 

La Spagna sarà rappresentata da Ouassim Ouamaiz, Antonio Abadia, Javier Guerra, dal vice campione europeo dei 3000 siepi Fernando Carro e Ayad Lamdassem (2h06’35” nella recente maratona di Valencia). 

L’inizio della cinquantaseiesima edizione di Madrid è fissato per le 19.30. 

Faniel si è allenato per tre settimane a 2100 metri di altitudine alle pendici del vulcano Teide sull’isola di Tenerife.  

La gara femminile vivrà sul confronto stellare tra l’etiope Yalemzerf Yehualaw e la keniana Ruth Chepngetich. 

Yehualaw è nella migliore forma della sua carriera. Dopo aver vinto la medaglia di bronzo ai Mondiali di mezza maratona a Gdynia, la ventunenne etiope ha vinto la mezza maratona di New Dehli in 1h04’46” (secondo miglior crono mondiale dell’anno alle spalle della connazionale Ababel Yeshaneh). Yehualaw ha corso i 10 km 31’55” in altura ad Addis Abeba ma ha corso le due frazioni di 10 km in 30’49” e 30’43” in occasione della mezza maratona di New Dehli. 

Chepngetich ha un personale sulla maratona di 2h17’08” realizzato a Dubai nel 2019 e ha realizzato un personale di 31’12” sui 10 km. Nel passaggio intermedio della mezza maratona di Dubai ai 10 km è transitata in 30’49”. 

A causa della pandemia gli organizzatori sono stati costretti a cambiare il tradizionale percorso. La gara non si svolgerà sul percorso dallo Stadio Bernabeu allo Stadio del Rayo Vallecano, ma su un circuito pianeggiante di 2.5 km da percorrere quattro volte. La gara popolare è stata cancellata a causa delle restrizioni. 

Articoli Correlati

Crippa Golden Gala
Al Golden Gala il terzo record italiano di Crippa: 3.000 metri in 7’38”27
Eyob Faniel alla Zurich Maraton de Sevilla.
Faniel protagonista a Monza: 28’10” sui 10 km, a 2 secondi dal record italiano di Meucci
Crippa sfiora il primato italiano del miglio con 3’52”08
10.000 d'Italia Stefano La Rosa batte Eyob Faniel
Il 10.000 d’Italia: La Rosa davanti a Faniel
Eyob Faniel record italiano
Maratona: Eyob Faniel è record italiano!
Eyob Faniel alla Zurich Maraton de Sevilla.
Faniel torna a Siviglia per correre la maratona