fbpx

San Silvestro a Bolzano: Merga e la Kibet, doppia doppietta

01 Gennaio, 2013

In una splendida giornata di sole con una temperatura abbastanza mite per il periodo dell’anno è andata in scena la trentottesima edizione della Boclassic, una delle più popolari gare di San Silvestro a livello mondiale.

L’etiope Imane Merga e la keniota Sylvia Kibet hanno iscritto il loro nome nell’albo d’oro della gara bolzanina per la seconda vol

In una splendida giornata di sole con una temperatura abbastanza mite per il periodo dell’anno è andata in scena la trentottesima edizione della Boclassic, una delle più popolari gare di San Silvestro a livello mondiale.

L’etiope Imane Merga e la keniota Sylvia Kibet hanno iscritto il loro nome nell’albo d’oro della gara bolzanina per la seconda volta nella carriera. Imane Merga, campione del mondo di cross a Punta Umbria nel 2011 e medaglia di bronzo sui 10.000 m ai Mondiali di Daegu 2011, vinse già nel 2010, quando sconfisse il grande Mo Farah allo sprint. Inoltre fu terzo lo scorso anno dietro a Edwin Soi e a Wilson Kiprop. Sylvia Kibet, due volte medaglia d’argento sui 5.000 m ai Mondiali di Berlino 2009 e Daegu 2011, fu anche quarta ai Giochi olimpici di Pechino 2008, sempre sulla stessa distanza.

Merga ha battuto il giovane connazionale Muktar Edris allo sprint, al termine di una lunga volata nell’ultimo giro, tagliando il traguardo in 29’12” con un distacco di quattro decimi di secondo su Edris..Il diciottenne Edris si è laureato campione del mondo juniores sui 5.000 m a Barcellona e ha vinto il titolo africano juniores di corsa campestre. Grande gara per il nove volte campione europeo di cross Sergiy Lebid, che ha iscritto il suo nome nell’albo d’oro della Boclassic per ben cinque volte (1999, 2001, 2002,2003 e 2004) ed è tornato sul podio conquistando il terzo posto davanti allo statunitense Scott Bahus. Stefano La Rosa ha corso una gara da protagonista ed è stato premiato con un bel sesto posto.

“Sono contento di essere salito sul gradino più alto del podio dopo il terzo posto dell’anno scorso. E’stato bello fare gli auguri di Buon anno al caloroso pubblico di Bolzano”, ha commentato Merga dopo la gara.

Queste le parole di Lebid dopo la gara. “Sicuramente sono andato meglio che agli Europei di cross. In virtù della preparazione svolta per gli Europei di cross oggi contavo di poter disporre di una buona condizione, ma erano tre settimane che non correvo”, ha detto Lebid.

La gara femminile di 5 km ha visto il dominio di Sylvia Kibet e delle due etiopi Afera Godfay e Workenesh Degefa che hanno preso il largo a metà gara. La gara si è risolta allo sprint nell’ultimo giro dove la Kibet ha prevalso per un secondo su Afera Godfay che ha ripetuto lo stesso piazzamento dello scorso anno quando impegnò fino agli ultimi metri la campionessa mondiale dei 5000 e dei 10000 metri di Daegu 2011 Vivian Cheruiyot.

Silvia Weissteiner, incitata dal pubblico di casa, ha tagliato il traguardo in quarta posizione in 16’41”, a diciassette secondi dal terzo posto andato a Workenesh Degefa.

“Vincere alla Boclassic è stato il miglior modo per concludere il 2012. E’ una gara che amo molto. Il percorso è affascinante e il pubblico è caloroso. Le etiopi sono andate molto forte e mi hanno dato filo da torcere fino all’ultimo ma sapevo esattamente quando lanciare il mio attacco avendo già corso tante volte in questa gara”, ha dichiarato Sylvia Kibet, sorella della maratoneta Hilda Kibet, diventata cittadina olandese, seconda classificata all’ultima maratona di Torino.

Silvia Weissteiner era un po’ delusa nonostante il buon quarto posto. “Ci tenevo ad arrivare sul podio, ma le africane sono state troppo forti. Nel finale ero riuscita a riavvicinarmi a loro, ma quando pensavo di farcela, hanno accelerato nuovamente”.

Piazza Walther, chiamato il salotto dai bolzanini, si è vestito a festa. Tanta gente ha applaudito i campioni e i podisti che hanno animato la gara amatoriale Boclassic Ladurner. La manifestazione popolare ha fatto registrare un record di partecipanti con 571 podisti al via. Matthias Schwendter, campione del mondo juniores di duathlon e campione europeo juniores di triathlon, ha conquistato il suo secondo successo consecutivo in 15’11”. Nella corsa femminile si è imposta l’ex marciatrice bolzanina Michaela Hafner.

La Boclassic Ladurner ha fatto registrare il tutto esaurito. Il Comitato organizzatore è stato costretto a chiudere le iscrizioni due giorni prima della gara Sono state accettate 632 iscrizioni ma 571 corridori si sono presentati al via con un netto incremento rispetto all’edizione 2011. Le gare giovanili della Coppa Raiffeisen hanno richiamato 211 ragazzi.

Un applauso spetta all’organizzazione della gara ottimamente commentata dagli speaker Luigi Spagnolli, sindaco di Bolzano e grande appassionato di atletica, e da Elmar Pichler Rolle, ex vice sindaco di Bolzano, che si alternavano nel commento della gara nella doppia lingua italiana e tedesca. .