fbpx

Salomon presenta il nuovo sistema di scarpe personalizzate

Salomon presenta il nuovo sistema di scarpe personalizzate

26 Maggio, 2017

Presso il suo quartier generale di Annecy, oggi la Salomon ha presentato il nuovo sistema S/Lab ME:sh, che permette di costruite scarpe con un alto livello di personalizzazione.

Fra i suoi ispiratori, anche Kilian Jornet, fresco primatista nella salita sull’Everest, che si è domandato se fosse possibile estendere anche ai runner “normali” la costruzione di scarpe personalizzate, come quelle che da anni la Salomon realizza per lui.

Le nuove scarpe ME:sh potranno essere costruite in base alle necessità di ogni runner, tenendo conto anche del suo modo di correre, e del terreno su cui lo fa.

Il team Salomon ha compiuto un grosso sforzo rivedendo l’intero sistema produttivo, e la totalità dei componenti che concorrono a formare le calzature. Il risultato è che ora il nuovo sistema richiede soltanto 30 operazioni, invece delle 180 necessarie in precedenza, ed inoltre diventano necessari solo 12 nuovi componenti.

Uno di quelli chiave è una nuova tomaia, chiamata Twinskin, realizzata a maglia a doppio strato, alla quale è possibile conferire le dimensioni desiderate, grazie a un nuovo processo di formatura, per poi procedere col saldarla agli altri componenti. E’ inoltre possibile scegliere di assemblarla su alcune varianti di specifiche suole e di inserti ammortizzanti, a seconda del comportamento desiderato da ogni runner. Il processo produttivo è parzialmente robotizzato, ma controllato ed integrato da tecnici ultra-specializzati.

Jean Marc Pambet, presidente della Salomon, ha detto di ritenere che il progetto Me:sh abbia, in futuro, il potenziale di trasformare l’intero settore calzaturiero, in virtù sia della sua semplificazione, che della personalizzazione resa possibile.

Inoltre, l’azienda sottolinea che il nuovo sistema permette di portare il processo produttivo nei Paesi dove vivono gli utilizzatori, permettendo così anche di ridurre notevolmente il suo impatto complessivo sull’ambiente.

Nella sede di Annecy, dove le prime scarpe ME:sh sono costruite, è anche possibile seguire direttamente la loro costruzione.

Articoli correlati

Asics presenta le scarpe Metaspeed Sky+ e Metaspeed Edge+

24 Aprile, 2022

Si tratta dei due modelli che rappresentano l’evoluzione delle scarpe Asics con piastra in carbonio. Ecco il parere del nostro esperto. In tempo per le maratone dei Mondiali ed Europei di atletica, così come per la maggior parte delle corse su strada dell’intensa stagione estiva, l’Asics ha presentato a Malaga (ESP), nel fine settimana 22-24 […]

Provate per voi: Scarpa Golden Gate Kima RT

18 Aprile, 2022

Una calzatura particolarmente precisa, che nasce per essere utilizzata su superfici tecniche, prevalentemente di montagna, proprio perché fa della precisione negli appoggi un punto particolarmente forte. Arriva sul mercato l’atteso modello con plate in carbonio della storica azienda di Asolo, collaudato per noi (e voi) dal nostro esperto trail running coach Fulvio Massa. Scarpa Golden […]

Novità Under Armour: ecco la Flow Velociti Wind 2

07 Aprile, 2022

Leggerezza, flessibilità e grip spiccano nella nuova Flow Velociti Wind 2 costruita con la rivoluzionaria schiuma reattiva UA Flow, grazie alla quale intersuola e suola si propongono come un unico elemento. Lo sviluppo di un’idea di successo. Potrebbe essere questa la sintesi della nuova Flow Velociti Wind 2 di Under Armour, rinnovata partendo dalla stessa […]

Ecco la nuova Asics Gel-Nimbus 24

01 Aprile, 2022

Federico Rondoni e Stefano Baldini hanno provato per noi il nuovo modello di una delle scarpe più famose di Asics, la Gel-Nimbus 24. Il test è stato effettuato a Rubiera sulle strade compagne di allenamento del campione olimpico di Atene 2004 e del suo giovane allievo (campione italiano under 23 di mezza maratona).

Salute Allenamento News Equipment Correre