Correre Settembre 2017

abbonati-subito

Panorama – Ci sono vittorie che contano più di un primo posto. Sopravvivere a 5 mesi di viaggio lungo la rotta dell’immigrazione vale più di 5 titoli di campione italiano. La storia del giovane atleta gambiano Nfamara Njie e l’abbraccio del mondo podistico leccese. (Francesca Grana)

Reportage – Approdiamo nell’arcipelago di Madeira, località incontaminata e sconosciuta al turismo di massa. Scopriamola lungo il percorso duro e spettacolare di un ultratrail di 115 km. (Leonardo Soresi)

Fisiologia – Se i progressi cronometrici non si manifestano per un lungo periodo, è necessario nobilitare la propria tabella di lavoro, qualificando gli stimoli delle sedute non specifiche. Vediamo come, ma soprattutto perché. (Orlando Pizzolato)

Allenamento – Al via dopo l’estate: 8 settimane d’allenamento per preparare una gara di 10 km. Le tabelle di Lorenzo Falco.

Approfondimento – Riflessione a mente fredda sul tentativo organizzato dalla Nike di abbattere il muro delle 2 ore in maratona, agendo su 6 fattori non legati all’allenamento. Analizziamoli, per vedere come anche i corridori “normali” possano trarne giovamento. (Huber Rossi)

Correre al femminile – La nuova protagonista che seguiremo per i prossimi mesi è Lisa Belluco, runner di Rovigo pronta a cimentarsi in 4 mesi di allenamenti e tabelle nutrizionali personalizzate. Obiettivo? Migliorarsi nella mezza maratona. (Maria Comotti)

NEL SOMMARIO