fbpx

Record giapponese di Hitomi Niiya e successo di Yimer alla mezza maratona di Houston

20 Gennaio, 2020

La trentunenne giapponese Hitomi Niiya ha vinto la mezza maratona di Houston stabilendo il record nipponico con 1h06’38”. Niija è transitata ai 5 km in 15’37” al 10 km in 31’11”. Pur rallentando nella seconda metà gara l’atleta del Sol Levante ha incrementato il suo vantaggio nei confronti delle avversarie. Ha raggiunto il 20 km in 1h03’13” con 1 minuto e 37 secondi di vantaggio nei confronti della keniana Brillian Jepkorir, che ha chiuso la gara al secondo posto in 1h08’08” precedendo di cinque secondi Caroline Kipkirui.

Soltanto la primatista mondiale della maratona Brigid Kosgei e Mercy Wacera hanno corso più velocemente di Hitomi Niiya nella storia della mezza maratona di Houston facendo registrare rispettivamente 1h05’50” e 1h06’29”. Hitomi Niiya vanta un record personale di 30’56”70 sui 10000 metri stabilito in occasione del quinto posto ai Mondiali di Mosca 2013.

Jemal Yimer ha conquistato il successo nella mezza maratona maschile fermando il cronometro in 59’25”. Fino ad oggi l’etiope non aveva ancora vinto gare sulla distanza dei 21 km pur vantando il primato nazionale con 58’33”. In carriera Yimer si è classificato quinto ai Mondiali di Londra 2017 sui 10000 metri e quarto ai Mondiali di cross 2017 e ai Mondiali di mezza maratona 2018.

Bernard Ngeno si è classificato secondo in 59’26” superando di un secondo Shadrack Kimining e di due secondi Philemon Kiplimo. Nove atleti sono scesi sotto l’ora.

La Chevron Houston Marathon disputata nello stesso giorno ha fatto registrare le vittorie degli etiopi Askale Merachi e Kelkile Gezahegn. Merachi ha vinto la gara femminile stabilendo il record personale con 2h23’29” precedendo la connazionale Biruktayt Degefa (2h24’47”), la canadese Malindi Elmore (autrice del nuovo record canadese con 2h24’50”) e l’etiope Meseret Belete (2h24’54”). Nella maratona maschile Gezahegn ha atteso gli ultimi cinque chilometri per sferrare l’attacco decisivo che gli ha permesso di vincere in 2h08’36” davanti al connazionale Bonsa Dida (2h10’37”) e all’eritreo Amanel Mesel (2h11’04”).

Articoli correlati

Castelbuono: vince Lokumet, terzo Neka Crippa

27 Luglio, 2021

La corsa più antica d’Europa (95 edizioni) è tornata dopo aver saltato il 2020 per pandemia. Neka Crippa, terzo, è il primo degli italiani. La 95ª edizione del “Giro podistico di Castelbuono”, la gara di corsa su strada più antica d’Europa, ha portato alla ribalta il keniano Mark Lokumet, classe 1999, p.b. di 13’01” nei […]

Parma Marathon: presentate le nuove maglie

17 Luglio, 2021

Macron, sponsor tecnico di Parma Marathon fin dalla sua prima edizione, ha realizzato per tutti i runner e appassionati le maglie tecniche dell’evento in programma domenica 17 ottobre Dopo una pausa forzata che nessuno avrebbe voluto prendere, finalmente l’attesa è finita. La quinta edizione della Parma Marathon ha “iniziato il riscaldamento” per l’appuntamento a lungo atteso del […]

Andrea Macchi vince il Gran Trail di Courmayeur

10 Luglio, 2021

Terzo successo per il portacolori del team Eolo/Kratos, dopo i trionfi nel 2017 e 2019. Un’edizione purtroppo caratterizzata anche dalla morte di un concorrente subito dopo il via. Inutili i rapidi soccorsi. Il Gran Trail Courmayeur (100 km con 7.900 m di dislivello totale) ha di nuovo incoronato Andrea Macchi, capace di chiudere in 14:42’ […]

Joma, le maglie di Run Rome The Marathon

08 Luglio, 2021

Joma, brand sportivo spagnolo di riferimento nel running, è sponsor tecnico della prossima Acea Run Rome The Marathon che si disputerà domenica 19 settembre Joma presenta le maglie esclusive realizzate per i runner che parteciperanno ad Acea Run Rome The Marathon (42K), alla Run4Rome The Marathon (Staffetta) e alla Fun race (Stracittadina). Per realizzare le t-shirt di questa […]