Maratona di Valencia: è caccia al record del mondo

Maratona di Valencia: è caccia al record del mondo

30 Novembre, 2019

Entrambi i record del percorso potrebbero cadere nell’edizione di quest’anno della Trinidad Alfonso Marathon di Valencia, evento del circuito World Athletics Gold Label. 

Gli etiopi Leul Gebrselassie e Ashete Dido vinsero la passata edizione della Maratona di Valencia correndo in 2h04’30” e in 2h21’14”. In entrambi i casi si tratta del record del percorso e della migliore prestazione di sempre su suolo spagnolo. 

Dieci atleti detengono primati personali al di sotto delle 2h06’00”. Il ventiseienne etiope Herpasa Negasa detiene un record personale di 2h03’40” stabilito lo scorso Gennaio a Dubai. 

Leul Gebrselassie inseguirà il bis della passata edizione nella sua seconda maratona stagionale sette mesi dopo aver corso in 2h07’15” a Londra. Gebrselassie detiene un record personale di 2h04’02” realizzato lo scorso anno a Dubai al debutto sulla distanza. 

Guye Adola ottenne un record personale di 2h03’46” in occasione del secondo posto alle spalle di Eliud Kipchoge al debutto sulla distanza nel 2017 a Berlino. Il ventinovenne etiope non ha corso maratone in questa stagione ma ha dimostrato di essere in buone condizioni di forma vincendo la mezza maratona Roma Ostia in 1h00’17”. 

Il bronzo iridato di Berlino 2009 Tsegaye Kebede torna a Valencia dove lo scorso anno si classificò al quarto posto in 2h05’21”. 

Il numeroso contingente keniano è guidato da Emmanuel Saina, che è sceso tre volte sotto le 2h05’ in carriera e ha realizzato un primato personale di 2h05’02” a Dubai lo scorso Gennaio. 

Gli altri top runner di punta sono i keniani Norbert Kigen (quinto lo scorso anno a Valencia in 2h05’22”), Gidoen Kipketer (2h05’51”) e Philemon Kacheran (2h07’51”). 

I migliori maratoneti europei in gara sono il turco di origini keniane Kaan Kigen Ozbilen e il norvegese Sondre Moen. Ozbilen ha stabilito il record nazionale a Rotterdam in 2h05’27” lo scorso Aprile. Moen ha detenuto il precedente record europeo con il 2h05’48” realizzato a Fukuoka nel 2017 e successivamente battuto da Mo Farah (2h05’11” a Chicago nel 2018). Nel corso del 2019 lo scandinavo ha stabilito il record nazionale sui 10000 metri in 27’24”78 e si è classificato dodicesimo nella maratona ai Mondiali di Doha. Cinque settimane fa Moen ha corso la mezza maratona di Valencia in 1h00’14”. 

La gara femminile presenta il miglior cast di sempre in una maratona su suolo spagnolo con tre atlete accreditate di un record personale al di sotto delle 2h20’. La stella è Vivian Cheruiyot, campionessa olimpica sui 5000 metri a Rio de Janeiro 2016. La trentaseienne keniana ha stabilito un record personale di 2h18’31” a Londra nel 2018. Nell’ultima gara disputata sulla distanza sempre a Londra Cheruiyot ha fermato il cronometro in 2h20’14”. 

Le etiopi Roza Dereje e Birhane Dibaba saranno le avversarie più accreditate di Cheruiyot. Dereje ha appena 22 anni ma ha già dimostrato il suo immenso talento correndo la maratona in 2h19’17” a Dubai l’anno scorso. In questa stagione si è classificata terza a Londra in 2h20’51” ma non ha terminato la maratona degli ultimi Mondiali di Doha disputata in condizioni difficili a causa del caldo. 

Dibaba ha realizzato i record personali di 2h19’51” sulla maratona a Tokyo lo scorso anno di 1h05’57” sulla mezza maratona a Copenhagen. Le altre etiopi in gara sono Workenesh Edesa (2h21’05” a Dubai lo scorso anno), Tadelesh Bekele (2h21’40”), Azmera Abreha (2h21’51”) e Zaineba Yimer (1h05’46” sulla mezza maratona). 

La migliore keniana è Purity Rionoripo, specialista dal personale di 2h20’55”, che disputerà la prima maratona negli ultimi due anni. 

Circa 25000 corridori provenienti da 101 paesi saranno al via in una mattinata che si preannuncia soleggiata ma molto ventosa. 

Tentativo di primato del mondo di Cheptegei sui 10 km

Nella stessa giornata è in programma la 10 km di Valencia, dove l’ugandese Joshua Cheptegei attaccherà il record mondiale detenuto dal keniano Leonard Patrick Komon con 26’44” a Utrecht nel 2010. Cheptegei è stato il grande protagonista di questa stagione nella quale ha vinto i titoli mondiali nella corsa campestre ad Ahrus e sui 10000 metri a Doha.   

Articoli correlati

La sfida di Roma: numero chiuso a 30.000

19 Luglio, 2024

Per la prima volta in una maratona italiana è stato fissato un numero chiuso a 30.000 iscritti. A pari periodo (luglio 2023-luglio 2024) il numero delle iscrizioni è già raddoppiato per la 30esima edizione del 16 marzo 2025, anno giubilare. Raddoppiano le giornate di sport: Fun Run 5km anticipata al sabato mattina 15 marzo L’obiettivo […]

Lucio Gigliotti compie 90 anni: auguri “Proffe”

09 Luglio, 2024

Luciano “Lucio” Gigliotti è nato ad Aurisina (TS), il 9 luglio 1934. Anche Correre festeggia i 90 anni dell’allenatore che in maratona ha costruito le carriere di Gelindo Bordin, Stefano Baldini e Maria Guida. Ecco una sintesi della lunga intervista pubblicata nel numero di luglio. Il 9 luglio sono 90 anni. Superfluo ribadire che non […]

Il recupero post maratona

Una delle problematiche tecniche che non possono avere una risposta univoca riguarda il periodo di recupero post maratona, perché il tempo necessario di recupero può dipendere da molti fattori.  Quando si parla di recupero post maratona, la prima cosa da valutare sono le condizioni fisiche di chi ha disputato la maratona: c’è chi arriva al […]

Crippa: “A Parigi tutto può succedere”

27 Maggio, 2024

Yeman Crippa ai microfoni della CorrereTV racconta il suo avvicinamento a Europei e Olimpiadi. Ma non solo… Tra poco gli Europei di Roma, prima tappa e subito dopo testa alle Olimpiadi di Parigi.Prosegue il percorso di avvicinamento di Yeman Crippa verso gli obiettivi di questa stagione ricca di appuntamenti importanti.L’azzurro ha da poco testato il […]