fbpx

Race for the cure – In 60.000 al Circo Massimo

20 Maggio, 2013

Quasi 60.000 persone, di cui 5.000 donne, domenica 19 maggio hanno dato vita, al Circo massimo, a Roma, alla Race for the Cure, con l’obiettivo di raccogliere fondi e sostenere le oltre 47.000 donne che in Italia si ammalano ogni anno di tumore del seno. Con i fondi raccolti la Komen Italia erogherà nel corso dei prossimi mesi le risorse necessarie per avviare numerosi progetti di educazione, prevenzione e cura del tumore del seno, che si andranno ad aggiungere agli oltre 200 già realizzati dalla prima edizione del 2000 fino a ora.

Da venerdì 17 a domenica 19 maggio, sempre nell’ambito della Race for the Cure, è stato animato il “Villaggio della Salute”, dove sono state erogate gratuitamente circa 3.300 prestazioni tra mammografie, ecografie, esami della tiroide, visite dermatologiche, pap test e misurazioni della pressione. Questi screening hanno consentito di diagnosticare 4 probabili tumori del seno e 6 casi sospetti da approfondire, 5 lesioni cutanee ed 1 melanoma, mentre per le altre patologie si è ancora in attesa dell’esito dei risultati. Un lavoro reso possibile da oltre 100 volontari tra medici, infermieri e tecnici di radiologia di numerose aziende ospedaliere di Roma e non solo, capitanati dalla dottoressa Daniela Terribile, ai quali vanno aggiunti gli oltre 300 volontari della Komen Italia.

Sui 5 km della prova competitiva, cui hanno preso parte circa 2.000 concorrenti, hanno vinto Devis Licciardi in 15’18”, davanti a Francesco Marchetti (15’20”) e a Luca Parisi (15’26”) e Lavinia Bonessio (18’07”) su Pamela Gabrielli (18’08”) e Federica Liberati (18’27”).

La regia tecnica della corsa porta la firma del Gruppo Sportivo Bancari Romani, gli organizzatori della Roma-Ostia.