Milano Marathon a caccia di nuovi record

Milano Marathon a caccia di nuovi record

17 Dicembre, 2021

Presentata l’edizione 2022 della maratona organizzata da RCS Sports & Events – RCS Active Team in programma domenica 3 aprile

La sfida è difficile ma non impossibile: nel 2022 la Milano Marathon dovrà battere sé stessa. Nel 2021 con la sua Special Edition è stata la maratona più veloce dell’anno a livello mondiale, confermando di essere ormai nel gotha internazionale degli eventi sui 42,195 chilometri.

Le premesse per un’altra formidabile gara ci sono tutte. Vivo è ancora l’eco dell’impresa di Titus Ekiru, già vincitore dell’edizione 2019, che nella Special Edition 2021 ha demolito i record italiani all-comers della maratona realizzando il miglior crono maschile dell’anno a livello mondiale, 2h02’57”.

L’appuntamento è fissato per il prossimo 3 aprile sul tracciato ad anello con partenza e arrivo nel cuore della città. Organizzata da RCS Sports & Events – RCS Active Team, la Milano Marathon torna a due anni dall’ultima edizione, che con 7.623 runner iscritti e con 6.309 finisher, rappresenta il miglior risultato di sempre in termini di partecipazione.

A 15 settimane dall’evento si è svolta la presentazione moderata dalla campionessa azzurra di maratona Lucilla Andreucci, che prima di dare inizio ai lavori ha introdotto il video-saluto del Sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Presenti: Paolo Bellino – Amministratore Delegato e Direttore Generale RCS Sports & Events; Martina Riva – Assessora allo Sport, Turismo e Politiche Giovanili del Comune di Milano; Pier Bergonzi – Vice Direttore La Gazzetta dello Sport; Antonio Rossi – Sottosegretario con delega allo Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi di Regione Lombardia; Andrea Trabuio – Direttore della Milano Marathon e Responsabile Mass Events RCS Sports & Events – RCS Active Team.

Queste le principali novità della Milano Marathon numero 20:

  • Il percorso, lungo 42,195 chilometri, presenterà un tracciato ad anello, con partenza e arrivo in pieno centro (corso Venezia). Previsti il passaggio dei runner in City Life.
  • Confermata la Lenovo Relay Marathon (staffetta) collegata al Charity Program, che permette di dividere il percorso ufficiale in 4 frazioni di lunghezza compresa tra i 7 e i 13 km ciascuna. Nel 2019 le squadre registrate sono state 3.691. Confermata la formula Lenovo Run Anywhere, introdotta con successo nel 2021, grazie alla quale chiunque, e in qualunque luogo, pur non essendo presente fisicamente all’evento, potrà partecipare alla staffetta organizzandosi in squadre da 4 runner e sostenere così la propria ONP preferita. I percorsi saranno tracciati con l’app dedicata o qualsiasi dispositivo GPS e caricati sul portale dell’evento. (Nel 2019 il ricavato dal Charity Program è stato di 1 milione e 300 mila euro attraverso la piattaforma di Rete del Dono, partner storico dell’evento).
  • Nasce RUN GREEN Milano Marathon, il progetto che renderà la Milano Marathon un evento più sostenibile e un esempio di attenzione all’ambiente. Le emissioni di CO2 prodotte dall’evento nei giorni 2 e 3 aprile saranno compensate con attività svolte sia negli stessi giorni della manifestazione sia successivamente mediante l’individuazione di soluzioni e progetti da attuare in altre parti del nostro Pianeta.

  • Confermata la School Marathon per il sesto anno, con il suo nuovo Title Sponsor Levissima, la corsa in programma a City Life, su un percorso di 3 chilometri, sabato 2 aprile e dedicata ai più piccoli in collaborazione con OPES (Organizzazione per l’Educazione allo Sport).

“Mancano circa 15 settimane, quindi è il momento di cominciare ad allenarsi”, è il consiglio di Stefano Baldini, campione olimpico di maratona e da anni testimonial di ASICS. “Correre 42 km e 195 metri tutti in una volta è un sogno, ma poterlo fare anche in staffetta, come alla Milano Marathon, è un’opportunità da cogliere al volo. Le maratone veloci non nascono mai per caso, occorrono città accoglienti nei confronti dello sport. Milano è una città che è cambiata tantissimo per divenire in questi anni una delle regine della maratona. Per correre a tempi record, i migliori viaggiano a ben oltre i 20 chilometri orari. Noi di ASICS cerchiamo di offrire la migliore tecnologia, ma poi è sempre il piede dell’atleta che fa la differenza”.

“Dopo Berlino e Londra, Milano è la terza città al mondo con un tempo inferiore alle 2h03’ e la seconda maratona al mondo nel ranking della World Athletics, la federazione mondiale dell’atletica leggera”, ha spiegato Andrea Trabuio, Direttore della Milano Marathon. “Ma questa è solo una delle eccellenze della Milano Marathon, che da un lato vuole confermarsi come un evento sportivo top a livello internazionale e dall’altro è un evento molto inclusivo che fa della raccolta fondi uno dei suoi punti di forza e cerca di coinvolgere sempre di più la città”.

Le iscrizioni alla maratona sono già aperte sul sito: www.milanomarathon.it

Articoli correlati

La sfida di Roma: numero chiuso a 30.000

19 Luglio, 2024

Per la prima volta in una maratona italiana è stato fissato un numero chiuso a 30.000 iscritti. A pari periodo (luglio 2023-luglio 2024) il numero delle iscrizioni è già raddoppiato per la 30esima edizione del 16 marzo 2025, anno giubilare. Raddoppiano le giornate di sport: Fun Run 5km anticipata al sabato mattina 15 marzo L’obiettivo […]

Lucio Gigliotti compie 90 anni: auguri “Proffe”

09 Luglio, 2024

Luciano “Lucio” Gigliotti è nato ad Aurisina (TS), il 9 luglio 1934. Anche Correre festeggia i 90 anni dell’allenatore che in maratona ha costruito le carriere di Gelindo Bordin, Stefano Baldini e Maria Guida. Ecco una sintesi della lunga intervista pubblicata nel numero di luglio. Il 9 luglio sono 90 anni. Superfluo ribadire che non […]

Il recupero post maratona

Una delle problematiche tecniche che non possono avere una risposta univoca riguarda il periodo di recupero post maratona, perché il tempo necessario di recupero può dipendere da molti fattori.  Quando si parla di recupero post maratona, la prima cosa da valutare sono le condizioni fisiche di chi ha disputato la maratona: c’è chi arriva al […]

Crippa: “A Parigi tutto può succedere”

27 Maggio, 2024

Yeman Crippa ai microfoni della CorrereTV racconta il suo avvicinamento a Europei e Olimpiadi. Ma non solo… Tra poco gli Europei di Roma, prima tappa e subito dopo testa alle Olimpiadi di Parigi.Prosegue il percorso di avvicinamento di Yeman Crippa verso gli obiettivi di questa stagione ricca di appuntamenti importanti.L’azzurro ha da poco testato il […]