fbpx

Prefontaine: libri e film per rivivere la leggenda

Difficile dire se sia una buona o una cattiva notizia, ma di Steve Prefontaine esistono pure le cover dei telefonini, con tanto di frasi motivazionali.

Basta questo dato per rendere l’idea della popolarità che ancora accompagna Pre a 40 anni dalla sua morte.
Il James Dean dell’atletica non è stato dimenticato.

Steve non recitava ma gli sono stati dedicati tre film, a cominciare da Fire on the track, un documentario del 1995 impreziosito da una voce narrante d’eccezione, quella di Ken Kesey. L’autore di Qualcuno volò sul nido del cuculo prima di diventare uno scrittore era stato uno studente della stessa University of Oregon in cui il talento di Pre incontrò gli insegnamenti di Bill Bowermann.

Dopo Fire on the track, Steve è stato raccontato al cinema con due film usciti a distanza di un anno: Prefontaine (del 1977) e Without limits (1988).

Dal cinema ai libri, la produzione è ancora più ampia, a partire da quello scritto dalla stessa Linda Prefontaine con Bree Donovan Steve Prefontaine – Rocketman, passando per Pre: The Story of America’s Greatest Running Legend, Steve Prefontaine di Tom Jordan, sino al più sintetico e votato alle grafiche Steve Pre: The Unifinished Story of Running Icon Steve Prefontaine di Golden Krishna.

Se preferite leggere in italiano c’è La leggenda del re corridore di Marco Tarozzi (ed. Bradipolibri).

Monaco 1972: finale 5000 m

{com/watch?v=_iKt8_pkHgY{/com/watch?v=_iKt8_pkHgYremote}remote}{com/watch?v=_iKt8_pkHgYremote}https://www.youtube.com/watch?v=_iKt8_pkHgY{/com/watch?v=_iKt8_pkHgYremote}{/com/watch?v=_iKt8_pkHgY{/com/watch?v=_iKt8_pkHgYremote}remote}

Articoli Correlati

Quella volta che ho battuto “Pre”
Pre: la lezione di Bowerman
Pre, mitologia dell’incompiutezza
30 maggio 1975-30 maggio 2015: 40 anni senza Pre