fbpx

Più felici e in forma se l'intestino è in salute

Più felici e in forma se l'intestino è in salute

Un intestino in salute regala serenità e felicità, due armi fondamentali per un’ottima prestazione atletica. Da anni si conosce lo stretto rapporto che intercorre tra cervello e intestino cosa che fa parte anche del linguaggio comune: sentiamo le farfalle nello stomaco quando siamo innamorati, mandiamo giù bocconi amari, digeriamo novità…

Nell’ultimo decennio in questo rapporto intestinocervello si è inserito un terzo protagonista, il microbiota intestinale. Il numero di cellule microbiche che albergano nell’intestino supera di 10 volte il quello delle cellule che compongono il corpo umano. I geni, 150 volte più numerosi rispetto a quelli presenti nel corpo umano, consentono alle cellule dell’intestino di svolgere un’enorme attività metabolica.

Il rapporto tra ciò che mangiamo, i livelli di attività fisica e la ricchezza dei microbiota è essenziale per mantenersi in buona salute.

Il microbiota influenza i livelli di un potente neurotrasmettitore, la serotonina, l’ormone della felicità, che influisce moltissimo sulla nostra vita regolando umore, sonno, sessualità e appetito. Deficit di serotonina causano depressione, disturbi del comportamento alimentare, manie e ansia.

Di intestino e microbiota intestinale ne parliamo ampiamente su Correre di agosto, ecco qui qualche strategia da adottare:

– la nascita per via naturale, l’allattamento al seno e un corretto svezzamento sono la base per la costruzione di un buon microbiota.

– Consumare quotidianamente prodotti probiotici (kefir, yogurt, verdure latto-fermentate, crauti) e prebiotici come frutta, verdura, tuberi come cipolle e topinambur e cereali integrali.

– Evitare usi impropri di antibiotici o altri farmaci.

– Fare attività fisica quotidiana (il movimento favorisce la crescita di tante specie batteriche diverse nel nostro intestino)

Articoli correlati

Cefalea del runner: le cause del mal di testa

Una delle patologie più diffuse tra gli sportivi è la cefalea. Si può presentare in diverse forme e con diverse cause che spaziano dall’alimentazione scorretta (carenze, sovraccarichi, sensitivity, digiuni) fino all’emicrania da sforzo. Il problema è comunque diffuso e complesso e non può essere affrontato attraverso l’uso di farmaci. Cerchiamo di capirne di più con […]

Dita a martello e corsa

Per dita a martello si intende una piccola deformazione delle dita del piede che spesso complica la vita a chi ama correre, rendendo doloroso il gesto della corsa. Si tratta di una condizione che, nel tempo, può portare a problemi e dolori ai metatarsi. Le dita a martello sono il risultato di una posizione anomala […]

A dieta in estate? Sì, ma senza troppe rinunce

Molte persone, tra cui anche alcuni sportivi, pensano che in estate, durante le vacanze non si debba rinunciare a nulla e si possa mangiare e bere tutto quello che capita. Nulla di più errato. Se infatti è vero che la vacanza deve rappresentare un momento di maggiore libertà, non ha tuttavia alcun senso farsi coscientemente […]

Mente e corsa: che tipo di cervello serve per allenarsi duramente? 

Pietro Trabucchi, psicologo specialista dell’endurance, analizza su Correre i meccanismi che coinvolgono mente e corsa e cosa interviene durante la preparazione. Si parla molto del ruolo della mente sul rendimento in gara, molto meno di quanto il nostro cervello condizioni pure le sedute di allenamento, dalla cui riuscita dipende l’esito della gara stessa. Pietro Trabucchi, […]

News Allenamento Equipment Salute Correre