fbpx

Pechino2015: staffette, Giamaica in festa

29 Agosto, 2015

Trionfo giamaicano nelle due staffette 4×100 sia in campo maschile che in quello femminile.
Nella finale maschile Usain Bolt ha trascinato la formazione giallo, verde e nera composta da Nesta Carter, Asafa Powell e Nickel Ashmeade al secondo oro consecutivo in un eccellente 37”36, miglior tempo mondiale dell’anno.
Gli Stati Uniti che schieravano Trayvon Bromell, Justin Gatlin, Tyson Gay e Mike Rodgers hanno portato il testimone al traguardo in seconda posizione in 37”77 ma sono stati successivamente squalificati per cambio fuori settore.
La Cina ha fatto esplodere il boato del pubblico del Bird’s Nest quando ha tagliato il traguardo in terza posizione poi diventata seconda. Il Canada che schierava il bronzo individuale dei 100 metri André De Grasse ha conquistato il terzo gradino del podio in 38”13 precedendo di due centesimi la Germania.

Bolt ha portato a 11 il bottino di ori mondiali in sei partecipazioni alla manifestazione nel corso della sua carriera. Ha totalizzato cinque triplette sui 100, sui 200 e nella staffetta 4×100 tra Olimpiadi e Mondiali.

E’ stato un mondiale trionfale per lo sprint giamaicano e in particolare per Shelly Ann Fraser Pryce che ha pilotato in ultima frazione il quartetto caraibico formato anche da Veronica Campbell Brown, Natasha Morrison, Elaine Thompson al successo in un formidabile 41”07, seconda migliore prestazione all-time.
Velocissime anche le statunitensi English Gardner, Allyson Felix, Jenna Prandini (prima medaglia mondiale per l’italo americana con bisnonno di Lodrino vicino a Brescia trasferito in California all’inizio del secolo scorso in cerca di fortuna).
Trinidad and Tobago si è aggiudicato il bronzo stabilendo il record nazionale con 42”03. Ottimo anche il 42”10 che è valso alla Gran Bretagna il record nazionale.

Con la vittoria nella staffetta Shelly Ann incrementa il suo bottino che conta ora nove ori (sette mondiali e due olimpici).
Vogliamo aggiungere infine che il 43”22 della batteria mattutina è valso all’Italia il secondo tempo nazionale della storia.

Articoli correlati

Seconda giornata Mondiali Indoor di Birmingham: Bouih in finale sui 3000 metri 

03 Marzo, 2018

Il giovane talento del mezzofondo azzurro Yassine Bouih ha centrato la qualificazione per la finale dei 3000 metri nella sessione mattutina della seconda giornata dei Mondiali Indoor di Birmingham grazie all’ottimo terzo posto nella batteria dei 3000 metri in 7’50”65 nella scia del campione mondiale under 18 Selemon Barega (7’48”15) e del giovane keniano Davis […]

Mondiali Indoor: quarto oro per Dibaba, Trost vince il bronzo 

02 Marzo, 2018

Sono scattati con tre finali i diciassettesimi Mondiali Indoor di Birmingham nell’atmosfera accogliente e calorosa atmosfera della Birmingham Arena nelle vicinanze del canale più importante della città delle West Midlands, mentre fuori dall’impianto cadeva fitta la neve in una gelida serata inglese con temperatura al di sotto degli 0°C. La ventisettenne fuoriclasse etiope Genzebe Dibaba […]