fbpx

Pechino2015: Bolt il più medagliato nella storia dei Mondiali

24 Agosto, 2015

Usain Bolt ha illuminato il Nido d’Uccello di Pechino vincendo l’attesissima finale dei 100 metri in 9”79 precedendo di un centesimo di secondo il rivale statunitense Justin Gatlin, dominatore incontrastato delle ultime stagioni. Era dal meeting di Bruxelles del settembre 2013 che i due fuoriclasse non si sfidavano in pista. Allora vinse Bolt in 9”80. Da quel giorno Gatlin non ha più conosciuto sconfitte dominando le due ultime annate di Diamond League con tempi sontuosi.

Sulla pista che lo consacrò nell’Olimpo della velocità in occasione del triplo oro nelle magiche Olimpiadi pechinesi di sette anni, fa il giamaicano ha ritrovato la magia dei giorni d’oro che sembrava aver smarrito nelle ultime due annate contraddistinte da alcuni problemi fisici. La stagione di Bolt non era partita bene ma proprio nella manifestazione più importante della stagione la freccia di Trelawny ha conquistato il terzo oro della sua incredibile carriera dopo le vittorie di Berlino 2009 e Mosca 2013.
Con questa vittoria Bolt diventa l’atleta più medagliato della storia dei Mondiali con 11 medaglie (delle quali nove d’oro) superando di una lunghezza Carl Lewis.
Bolt e Gatlin si ritroveranno l’uno di fronte all’altro per la rivincita sui 200 metri (finale in programma giovedì)

“E’ stata una stagione lunga e difficile. Ho dimostrato di essere ancora il più veloce. Devo lavorare ancora sulla partenza. L’obiettivo è rimanere il numero 1 fino al ritiro” ha detto Bolt.

Al termine della gara Gatlin è stato il primo a complimentarsi con Bolt. “Volevo vincere ma Usain è stato il migliore. Negli ultimi 5 metri sono inciampato” ha detto Gatlin.

I due astri nascenti dello sprint mondiale Trayvon Bromell degli Stati Uniti (primatista mondiale juniores) e André De Grasse del Canada (campione NCAA 2015 sui 100 e sui 200 metri) si sono divisi il terzo gradino del podio con lo stesso tempo al millesimo di 9”92 nella loro prima grande finale dopo promettenti carriere a livello universitario.
Fuori dal podio lo statunitense Mike Rodgers in 9”94 davanti a Tyson Gay, Asafa Powell e Jimmy Vicaut, sesto, settimo e ottavo con lo stesso tempo di 10”00. Il primo cinese della storia sotto i 10 secondi Su Bingtian si è piazzato nono in 10”06.

Articoli correlati

Seconda giornata Mondiali Indoor di Birmingham: Bouih in finale sui 3000 metri 

03 Marzo, 2018

Il giovane talento del mezzofondo azzurro Yassine Bouih ha centrato la qualificazione per la finale dei 3000 metri nella sessione mattutina della seconda giornata dei Mondiali Indoor di Birmingham grazie all’ottimo terzo posto nella batteria dei 3000 metri in 7’50”65 nella scia del campione mondiale under 18 Selemon Barega (7’48”15) e del giovane keniano Davis […]

Mondiali Indoor: quarto oro per Dibaba, Trost vince il bronzo 

02 Marzo, 2018

Sono scattati con tre finali i diciassettesimi Mondiali Indoor di Birmingham nell’atmosfera accogliente e calorosa atmosfera della Birmingham Arena nelle vicinanze del canale più importante della città delle West Midlands, mentre fuori dall’impianto cadeva fitta la neve in una gelida serata inglese con temperatura al di sotto degli 0°C. La ventisettenne fuoriclasse etiope Genzebe Dibaba […]