fbpx

Pechino 2015: 5000, primo round tra Kejelcha e Farah

26 Agosto, 2015

Nella sessione mattutina della quinta giornata dei Mondiali di Pechino è andato in scena il primo round della sfida tra Yomif Kejelcha e Mo Farah che si sono trovati l’uno di fronte all’altro nella seconda batteria dei 5000 metri. L’etiope, vincitore al Golden Gala dello scorso giugno, ha preceduto per sei centesimi il britannico in 13’19”38. I migliori tempi sono arrivati dalla seconda batteria molto più veloce rispetto alla prima vinta dall’etiope Hagos Gebrehiwet in 13’45”00.

La bielorussa Marina Arzamasova ha fatto registrare il miglior tempo nella prima batteria degli 800 metri con 1’58”69 precedendo la britannica Lysnsey Sharp (1’59”98) e la redidiva Caster Semenya (1’59”59). La grande favorita Eunice Sum si è aggiudicata la seconda batteria in 1’59”67 superando l’ucraina Olha Lyakhova (1’59”92) e l’olandese Sifan Hassan (1’59”94).

Le qualificazioni del salto triplo maschile hanno fatto registrare ottimi risultati come il 17.43 di Pedro Pablo Pichardo e il 17.28 di Christian Taylor. Il cubano e lo statunitense sono attesi ad una delle sfide clou del mondiale cinese dopo i salti oltre i 18 metri realizzati in questa stagione.

In chiave italiana eliminazione per la genovese Silvia Salis, che non è andata oltre un lancio da 66.80 m nelle qualificazioni del lancio del martello. Anita Wlodarczyk, la prima donna della storia capace di superare la barriera degli 80 metri, ha realizzato la miglior misura di 75.01m.
Nelle batterie dei 110 ostacoli il campione mondiale David Oliver e il primatista mondiale Aries Merritt hanno fatto registrare i migliori tempi con 13”15 e 13”25.