Foto Giancarlo Colombo

Ogni giorno è buono per iniziare a correre

Dobbiamo essere ottimisti. Non c’è altra via a un ragionevole positivismo. Intravediamo una nuova primavera, con nuove opportunità di cambiamento.

Ogni giorno è buono per alzarsi e decidere di cambiare, di muoversi. Nonostante il nostro Io infreddolito, stanco, assonnato e annoiato. Nonostante i problemi contingenti, le bollette da pagare, le scadenze ormai scadute. Facciamo i primi passi, magari pochi, ma facciamoli.

Così Giuseppe Tamburino, running motivator, ci incita dalle pagine di Correre di Febbraio.
“La solita predica” mi dicono già gli amici. Ma a seguirla, la predica, poi finisce che le cose funzionano. Anche se nessuno poi lo ammette, lo confessa.

Forza, allora:
– andiamo al lavoro in bici o camminando;

– usiamo le scale al posto dell’ascensore;

– prendiamoci mezz’ora al giorno e corriamo anche lentamente, un po’ spaesati, magari, ma curiosi di come andrà a finire questa nuova storia.

Su Correre di febbraio due tabelle di suggerimenti per principianti: si può cominciare camminando o correndo.

Articoli Correlati

emicrania
L’emicrania del corridore
Colesterolo alto, ma è davvero un problema?
Ecco la nuova campagna Erreà sport per i capi certificati Oeko-Tex Standard 100
La prevenzione parte dall'alimentazione
La prevenzione nel carrello
Se corri piano non sempre vai lontano…
Estate, tempo per una dieta sana