Padova, Kipchirchir vince con il quinto miglior tempo mondiale

Padova, Kipchirchir vince con il quinto miglior tempo mondiale

26 Settembre, 2021
Foto: padovamarathon.it (di Massimo Bertolini)
Nella mezza maratona di Padova il keniano Victor Kipchirchir chiude primo con un ottimo 59’19”, fra le donne la più veloce è Rahma Tusa (1h09’06). Daniele Meucci è quinto: “È stato un buon test tenendo conto che non correvo una mezza maratona da due anni”. 

Grande prestazione alla Padova Half Marathon del keniano Victor Kipchirchir che ha realizzato il quinto miglior tempo mondiale dell’anno fermando il cronometro in 59’19”. Kipchirchir aveva un personale di 59’31” realizzato a Den Haag nel 2012. Il connazionale David Ngure si è piazzato al secondo posto scendendo sotto l’ora con 59’47” al debutto sulla distanza. Le prestazioni finali acquistano maggior valore considerando che non c’erano pacemaker in grado di scandire il ritmo. Mai si era corso così forte in Italia in una gara che non fosse un campionato del mondo di mezza maratona. L’ugandese Andrew Rotich Kwemoi si è piazzato al terzo posto in 1h01’10” precedendo di sei secondi il marocchino Mohamed Ziani. 

Daniele Meucci è tornato alle gare con un quinto posto in 1h02’40”. Il campione europeo di maratona di Zurigo 2014 non correva su una distanza così lunga dalla Maratona di Francoforte del 2019 dove fermò il cronometro in 2h10’52”.

Meucci è stato il primo a staccarsi tra il terzo e il quarto chilometro. Kipchirchir e l’esordiente Ngure hanno staccato Rotich Kwemoi al decimo chilometro. I due keniani hanno ingaggiato un duello spalla a spalla nei successivi tre chilometri prima dell’attacco decisivo di Kipchirchir. 

Daniele Meucci: “Ho perso presto il ritmo dei tempi, ma tutto sommato è stato un buon test tenendo conto che non correvo una mezza maratona da due anni”. 

L’etiope Rahma Tusa ha vinto la gara femminile in 1h09’06 battendo l’ucraina d’Italia Sofia Yaremchuk e l’azzurra Giovanna Epis. Tusa vanta tre successi di fila in carriera alla Maratona di Roma dal 2016 al 2018 e un quinto posto alla New York Marathon nel 2018 in 2h27’13”.  

Yaremchuk ha tagliato il traguardo in 1h11’30” arrivando a meno di un minuto dal record personale di 1h10’33” a meno di un mese dal debutto in maratona a Venezia. Epis ha percorso la distanza in 1h12’37”. L’atleta veneziana ha un record personale sulla mezza maratona di 1h11’14” realizzato ai Mondiali di specialità a Gdynia l’anno scorso. 

Alessandro Giacobazzi ha vinto la 10 km maschile in 30’33”. Laura Della Montà si è imposta nella gara femminile idi 10 km n 37’02”. 

Articoli correlati

Lucio Gigliotti compie 90 anni: auguri “Proffe”

09 Luglio, 2024

Luciano “Lucio” Gigliotti è nato ad Aurisina (TS), il 9 luglio 1934. Anche Correre festeggia i 90 anni dell’allenatore che in maratona ha costruito le carriere di Gelindo Bordin, Stefano Baldini e Maria Guida. Ecco una sintesi della lunga intervista pubblicata nel numero di luglio. Il 9 luglio sono 90 anni. Superfluo ribadire che non […]

Il recupero post maratona

Una delle problematiche tecniche che non possono avere una risposta univoca riguarda il periodo di recupero post maratona, perché il tempo necessario di recupero può dipendere da molti fattori.  Quando si parla di recupero post maratona, la prima cosa da valutare sono le condizioni fisiche di chi ha disputato la maratona: c’è chi arriva al […]

Crippa: “A Parigi tutto può succedere”

27 Maggio, 2024

Yeman Crippa ai microfoni della CorrereTV racconta il suo avvicinamento a Europei e Olimpiadi. Ma non solo… Tra poco gli Europei di Roma, prima tappa e subito dopo testa alle Olimpiadi di Parigi.Prosegue il percorso di avvicinamento di Yeman Crippa verso gli obiettivi di questa stagione ricca di appuntamenti importanti.L’azzurro ha da poco testato il […]

London Marathon: sfida stellare tra le donne

19 Aprile, 2024

La London Marathon propone il confronto diretto tra l’etiope Tigist Assefa, primatista del mondo, e le keniane Brigid Kosgei (ex primatista del mondo) e Peres Jepchirchir (campionessa olimpica). Al via anche Joyciline Jepkosgei (KEN) e Yalemzerf Yehualaw (ETH), che hanno vinto a Londra rispettivamente nel 2021 e nel 2022. Nel mirino il “vero” primato del […]