fbpx

Zoghlami e Lukan vincono il Milano Cross Challenge by Eset

Zoghlami e Lukan vincono il Milano Cross Challenge by Eset

19 Dicembre, 2021
foto FIDAL

Una giornata fredda ma soleggiata ha incorniciato la prima edizione del Milano Cross Challenge by Eset di coach Giorgio Rondelli

Un ritorno alla grande per il cross, disciplina che mancava da troppo tempo a Milano.
Un’ultima edizione si era disputata alle pendici del Monte Stella nel lontano 1994 che a sua volta aveva preceduto i Campionati di società del 1977 che trovarono ospitalità nell’ippodromo di S. Siro (galoppo) con la neve a fare da contorno alle prove. Ci ha pensato forse uno dei più grandi competenti e trascinatori del cross country in Italia e anche in Europa. Non per altro arriva dalle fila della Pro Patria che all’epoca dettava legge tra i prati in Italia e in Europa. Penso abbiate capito che si tratti di Giorgio Rondelli, tecnico lombardo che ha dato vita al primo Milano Challenge Cross by Eset, il 19 dicembre, in un luogo solitamente dedicato ai quadrupedi: l’Ippodromo del Trotto a due passi dallo stadio di calcio e dell’ippodromo del galoppo.

Il colpo d’occhio all’ingresso è stato davvero notevole, così pure il tracciato, che sulla carta pareva facile, invece, a detta di molto protagonisti, era tutt’altro che semplice. Per la prima edizione, a ridosso del campionato europeo disputatosi, la scorsa settimana a Dublino, i chilometraggi sono stati “contenuti”, almeno per la prova maschile (km 5) dove però lo spettacolo è stato assicurato, medesima distanza tra le donne.

L’anello era da ripetere tre volte con partenza e arrivo sulla terra battuta, mentre gran parte del percorso era su terreno erboso. Il clima nebbioso che da giorni stazionava in Lombardia, come per incanto ha lasciato spazio a una giornata di sole, fredda, quasi perfetta per correre un cross, piatto, ma difficile.
Un banco di prova per certi atleti, leggi Ala Zoghlami, che rientrava e non ha avuto grossissimi problemi per aggiudicarsi la prova, anche se nel tratto finale, a suo dire, ha dovuto soffrire per staccare gli avversari. Il palermitano ha già stilato in linea di massima i prossimi appuntamenti che sono abbastanza facili da intuire: BoClassic il 13 dicembre ed un mese più tardi la Cinque Mulini, saltando il Campaccio di inizio anno nuovo. Zoghlami ha preceduto sul traguardo la novità Dario De Caro, ingegnere, che vive negli States (Idaho) e che ci ritornerà a gennaio. Negli Usa durante un 5000 sotto tetto ha chiuso in 13’38”47 (seconda prestazione di sempre in Italia), poi Bouih, primo azzurro a Dublino nel cross continentale.

La prova femminile aveva una favorita d’obbligo: la slovena Klara Lukan, la rivale di Nadia Battocletti, sia in pista che nelle corse che attraversano i prati. Così è stato, la “rossa” di Lubiana (che vedremo durante l’inverno nei cross nostrani) ha inflitto 12” di distacco a Giovanna Selva.

A fa da corollario alle gare partite presto e conclusesi quando vi era ancora un sole splendente, molti ex che con il cross hanno avuto in passato moltissime frequentazioni. Si va da Franco Arese ad Alberto Cova, da Gelindo Bordin a Marco Marchei, sino a Severino Bernardini, in altre parole la Milano dell’atletica, specie quella che ama sporcarsi nei prati ha risposto presente.

Nel frattempo, è già stata fissata una data per la prossima stagione: domenica 19 dicembre. Potrebbe essere la rivincita degli Europei di Venaria Reale

UOMINI: 1. Zoghlami 15’16”, 2. De Caro 15’18”; 3. Bouih 15’19”; 4. Padovani 15’27”.

DONNE: 1. Lukan (Slo) 17’34”; Selva 17’47”; 3. Reina 17’56”; 4. Majori 17’59”.

Articoli correlati

Prefontaine Classic di Eugene: Kipyegon vince i 1500 metri in 3’52”59

31 Maggio, 2022

Record e migliore prestazione mondiale dell’anno della keniana Kipyegon con 3’52”59. Bene l’azzurra Gaia Sabbatini, decima. Ecco gli highlights del meeting. La due volte campionessa olimpica Faith Kipyegon ha vinto per il secondo anno consecutivo al Prefontaine Classic nel tempio dell’atletica statunitense di Eugene stabilendo il record del meeting e la migliore prestazione mondiale dell’anno […]

Epis vince la Stramilano Half Marathon

15 Maggio, 2022

Buona prova dell’atleta veneziana allenata da Giorgio Rondelli, buon test per la maratona degli Europei di Monaco di Baviera in agosto. “Sono davvero contenta di averla vinta dieci anni dopo Valeria Straneo”.  La maratoneta azzurra Giovanna Epis ha vinto la Stramilano Half Marathon a livello femminile tagliando il traguardo di Piazza Castello in un buon 1h11’46”.  […]

Jepchirchir e Chebet trionfano alla Maratona di Boston

19 Aprile, 2022

Evans Chebet e Peres Jepchirchir vincono la 126ma Maratona di Boston. Per il keniano si tratta della prima vittoria in carriera in una maratona World Marathon Majors. La campionessa olimpica Peres Jepchirchir ha vinto la cinquantesima edizione della gara femminile della Maratona di Boston battendo l’etiope Ababel Yeshaneh al termine di un testa a testa emozionante nel […]

Novità Mizuno: ecco la Wave Skyrise 3

29 Marzo, 2022

Progettata per offrire una sensazione di corsa sempre più confortevole garantendo al tempo stesso un ottimo ritorno di energia. L’azione combinata della mescola Mizuno Enerzy Core con la tecnologia Wave permette di valorizzare l’azione di corsa di ogni tipo di runner neutro. La primavera ha visto l’arrivo della nuova Mizuno Wave Skyrise 3, che la […]

News Allenamento Equipment Salute Correre