Zoghlami e Lukan vincono il Milano Cross Challenge by Eset

Zoghlami e Lukan vincono il Milano Cross Challenge by Eset

19 Dicembre, 2021
foto FIDAL

Una giornata fredda ma soleggiata ha incorniciato la prima edizione del Milano Cross Challenge by Eset di coach Giorgio Rondelli

Un ritorno alla grande per il cross, disciplina che mancava da troppo tempo a Milano.
Un’ultima edizione si era disputata alle pendici del Monte Stella nel lontano 1994 che a sua volta aveva preceduto i Campionati di società del 1977 che trovarono ospitalità nell’ippodromo di S. Siro (galoppo) con la neve a fare da contorno alle prove. Ci ha pensato forse uno dei più grandi competenti e trascinatori del cross country in Italia e anche in Europa. Non per altro arriva dalle fila della Pro Patria che all’epoca dettava legge tra i prati in Italia e in Europa. Penso abbiate capito che si tratti di Giorgio Rondelli, tecnico lombardo che ha dato vita al primo Milano Challenge Cross by Eset, il 19 dicembre, in un luogo solitamente dedicato ai quadrupedi: l’Ippodromo del Trotto a due passi dallo stadio di calcio e dell’ippodromo del galoppo.

Il colpo d’occhio all’ingresso è stato davvero notevole, così pure il tracciato, che sulla carta pareva facile, invece, a detta di molto protagonisti, era tutt’altro che semplice. Per la prima edizione, a ridosso del campionato europeo disputatosi, la scorsa settimana a Dublino, i chilometraggi sono stati “contenuti”, almeno per la prova maschile (km 5) dove però lo spettacolo è stato assicurato, medesima distanza tra le donne.

L’anello era da ripetere tre volte con partenza e arrivo sulla terra battuta, mentre gran parte del percorso era su terreno erboso. Il clima nebbioso che da giorni stazionava in Lombardia, come per incanto ha lasciato spazio a una giornata di sole, fredda, quasi perfetta per correre un cross, piatto, ma difficile.
Un banco di prova per certi atleti, leggi Ala Zoghlami, che rientrava e non ha avuto grossissimi problemi per aggiudicarsi la prova, anche se nel tratto finale, a suo dire, ha dovuto soffrire per staccare gli avversari. Il palermitano ha già stilato in linea di massima i prossimi appuntamenti che sono abbastanza facili da intuire: BoClassic il 13 dicembre ed un mese più tardi la Cinque Mulini, saltando il Campaccio di inizio anno nuovo. Zoghlami ha preceduto sul traguardo la novità Dario De Caro, ingegnere, che vive negli States (Idaho) e che ci ritornerà a gennaio. Negli Usa durante un 5000 sotto tetto ha chiuso in 13’38”47 (seconda prestazione di sempre in Italia), poi Bouih, primo azzurro a Dublino nel cross continentale.

La prova femminile aveva una favorita d’obbligo: la slovena Klara Lukan, la rivale di Nadia Battocletti, sia in pista che nelle corse che attraversano i prati. Così è stato, la “rossa” di Lubiana (che vedremo durante l’inverno nei cross nostrani) ha inflitto 12” di distacco a Giovanna Selva.

A fa da corollario alle gare partite presto e conclusesi quando vi era ancora un sole splendente, molti ex che con il cross hanno avuto in passato moltissime frequentazioni. Si va da Franco Arese ad Alberto Cova, da Gelindo Bordin a Marco Marchei, sino a Severino Bernardini, in altre parole la Milano dell’atletica, specie quella che ama sporcarsi nei prati ha risposto presente.

Nel frattempo, è già stata fissata una data per la prossima stagione: domenica 19 dicembre. Potrebbe essere la rivincita degli Europei di Venaria Reale

UOMINI: 1. Zoghlami 15’16”, 2. De Caro 15’18”; 3. Bouih 15’19”; 4. Padovani 15’27”.

DONNE: 1. Lukan (Slo) 17’34”; Selva 17’47”; 3. Reina 17’56”; 4. Majori 17’59”.

Articoli correlati

Verso Venicemarathon: le tabelle della seconda settimana

Benvenuto al programma in 15 settimane, gratuito e rivolto a tutti, ideato dagli organizzatori della Maratona di Venezia in collaborazione con la nostra rivista. Qui di settimana in settimana, troverai le tabelle in preparazione dell’appuntamento di domenica 27 ottobre. Training to Wizz Air Venicemarathon è il programma che ti accompagna passo dopo passo verso il […]

Il ritorno di Alex Schwazer

18 Luglio, 2024

Un ritorno-addio, quello del marciatore altoatesino che domenica 7 luglio ha concluso gli 8 anni di squalifica. Ad Arco (TN), in una gara omologata Fidal sui 20 km di marcia. Gli 8 anni di squalifica sono finiti domenica 7 luglio. Troppo tardi per provare a ottenere lo standard di partecipazione per i Giochi olimpici di […]

Sport e solidarietà al 34° Trofeo Sempione

14 Luglio, 2024

Con oltre 1200 atleti al via, il 34° Trofeo Sempione si è confermato una festa dello sport per tutti, unendo competizione e solidarietà. Nella 10km competitiva vince il triatleta comasco Loreno Caspani, in campo femminile Milena Adelaide Muro. Il Parco Sempione e l’Arena Civica Gianni Brera sono stati il palcoscenico di un evento memorabile che […]

Tamberi: “Ho pianto, ma il sogno non finisce”

10 Luglio, 2024

Il portabandiera azzurro accusa un problema al bicipite femorale e dovrà seguire una settimana di terapie e allenamenti differenziati saltando le gare di avvicinamento ai Giochi,. “Non mi vergogno a dirlo, ho pianto 3 volte nelle ultime 24 ore… probabilmente per la tensione, probabilmente per la paura e forse anche perché in parte tutto questo […]