Mennea Day: applausi a Osama Zoghlami nelle siepi

Di: Diego Sampaolo

Con il tradizionale Mennea Day, una serie di riunioni in tutta Italia, l’atletica italiana ha ricordato come ogni 12 settembre il grande Pietro Mennea nel trentottesimo anniversario del record del mondo di 19”72 stabilito nel 1979 a Città del Messico.

Non potevano mancare ovviamente gli sprint sui 200 metri, la distanza che ha reso celebre il grande sprinter barlettano ma sono state disputate gare di tutte le specialità.

Il risultato più significativo è arrivato dal Mennea Day di Palermo dove Osama Zoghlami ha migliorato di oltre 12 secondi il precedente record personale (8’35”49) nei 3000 siepi fermando il cronometro in un ottimo 8’22”94 (sedicesima migliore prestazione cronometrica italiana all-time). Osama, bronzo agli Europei Under 23 del 2015 sui 3000 siepi, è stato aiutato dal gemello Ala, che gli ha fatto da pacemaker fino al secondo chilometro. Ala ha sfiorato l’ingresso in finale ai Mondiali di Londra stabilendo il record personale con 8’26”18 in batteria, precedente record di famiglia che ha resistito un solo mese. Dopo la gara Osama ha ricevuto i complimenti del grande Salvatore Antibo, campione europeo dei 5000m e dei 10000m agli europei di Spalato 1990 ed ex allievo di Gaspare Polizzi, ora coach dei fratelli Zoghlami. Era dal 1999 che quattro atleti non scendevano sotto gli 8’30” nei 3000 siepi nella stessa stagione in Italia. La lista dei migliori quattro italiani del 2017 comprende Abdoullah Bamoussa (8’22”00), Osama Zoghlami (8’22”94), Ala Zoghlami (8’26”18) e Yohanes Chiappinelli (8’27”34).
Nella sede di Rubiera l’ottocentista Andrea Romani ha migliorato il record personale sugli 800 metri con 1’48”52 terminando secondo a sette centesimi di secondo da Francesco Conti, (1’48”52). Il vice campione europeo juniores dei 400 ostacoli Alessandro Sibilio, compagno di allenamenti e di scuola di Romani, e Zaynab Dosso si sono imposti nei 200 metri dedicati a Mennea correndo rispettivamente in 22”05 e in 24”93.

Durante la giornata del Mennea Day i partecipanti hanno potuto cimentarsi sulla distanza dei 200 metri, ognuno al proprio passo.

Circa 450 atleti di tutte le età hanno preso parte al Mennea Day allo Stadio delle Terme di Caracalla alla presenza di Alfio Giomi e di Manuela Olivieri, moglie del grande Mennea.

Articoli Correlati

Quattro anni senza Pietro Mennea, indimenticabile Freccia del sud
Mennea Day – Gianni Minà ricorda: “Ma ci fu una sera in cui il record stava per saltare”