fbpx

Marta Zenoni vince il titolo italiano under 23 sui 5000

13 Giugno, 2021
Foto: Giancarlo Colombo
Bene Marta Zenone sui 5000 metri, prima davanti ad Anna Arnaudo che conquista invece il successo sui 3000 siepi. Primato italiano U20 nel lancio del giavellotto maschile di Giovanni Frattini. I principali risultati del weekend tricolore di Ancona.

Lo Stadio Zecchini di Grosseto ha ospitato una grande edizione dei Campionati Italiani Juniores e Promesse nobilitata dal 17.35m di Andrea Dallavalle nel salto triplo under 23 e dal primato italiano under 20 nel lancio del giavellotto maschile di Giovanni Frattini con 73.78m. 

La bergamasca Marta Zenoni ha conquistato il successo sui 5000 metri under 23 in 16’07”25 battendo la piemontese Anna Arnaudo con un attacco decisivo nell’ultimo giro. Arnaudo si è piazzata al secondo posto in 16’11”75 dopo aver guidato la gara nelle fasi centrali. 

Arnaudo ha conquistato il successo sui 3000 siepi under 23 stabilendo la quarta migliore prestazione italiana promesse con 10’01”16 una settimana dopo il personale realizzato alla Coppa Europa dei 10000 metri di Birmingham. Linda Palumbo ha migliorato il record personale con 10’19”54 precedendo la genovese Ludovica Cavalli (10’37”91). 

Il pugliese dell’Atletica Casone Noceto Pasquale Selvarolo ha lanciato l’allungo decisivo ad un chilometro e mezzo dalla fine aggiudicandosi il successo sui 5000 metri maschili under 23 in 14’30’03”. 

Il mezzofondista genovese Matteo Guelfo ha vinto il titolo italiano under 23 degli 800 metri maschili in 1’49”50 precedendo Andrea Romani di 18 centesimi di secondo con un cambio di ritmo sul rettilineo opposto. 

Laura Pellicoro ha dominato gli 800 metri femminili in 2’06”19 con una gara tutta di testa. La lombarda della Bracco Atletica studia attualmente a Portland negli Stati Uniti. 

Nei 3000 siepi maschili under 23 il trevigiano della Quercia Trentingrana Giovanni Gatto ha preso il comando nella seconda metà involandosi verso il successo in 8’49”61. Riccardo Spanu ha ripetuto il successo dell’anno scorso da allievo aggiudicandosi il titolo nazionale under 20 sui 3000m in 8’26”70. La figlia d’arte valdostana Silvia Gradizzi si è imposta sui 3000m juniores con un grande ultimo giro in 9’46”77 davanti a Emma Casati (9’48”77). 

Katja Pattis ha fatto il vuoto vincendo il titolo italiano under 20 dei 3000 siepi con 10’37”81 (record personale migliorato di oltre tre secondi). Cesare Caiani (già campione italiano allievi) ha lanciato l’allungo decisivo alla penultima riviera trionfando in 9’02”83. 

Il bresciano Francesco Pernici ha conquistato il successo sugli 800 metri nella categoria under 20 in 1’49”52. Negli 800 metri femminili under 20 la portacolori della Studentesca Rieti Federica Pansini ha piazzato l’allungo decisivo nell’ultima curva e ha resistito al tentativo di rimonta di Martina Canazza aggiudicandosi il successo per tre centesimi di secondo in 2’10”94. 

Articoli correlati

Tola e Tanui realizzano la migliore prestazione di sempre su suolo olandese

17 Ottobre, 2021

L’etiope Tamirat Tola e la keniana Angela Tanui hanno conquistato il successo alla quarantacinquesima edizione della Maratona di Amsterdam (World Athletics Elite Platinum Race) stabilendo le migliori prestazioni di sempre su suolo olandese.  Tamirat Tola vince l’edizione 2021 della Amsterdam Marathon, demolendo il primato del percorso detenuto dal keniano Lawrence Cherono con un eccellente 2:03:39. […]

Elisha Rotich ha battuto il record della maratona di Parigi

17 Ottobre, 2021

Alla Paris Marathon il keniano supera di 40 secondi il record del percorso di Kenenisa Bekele: “Sono felice sia del primato della gara sia della vittoria”. Tigist Memuye è la più veloce fra le donne. Elisha Rotich ha vinto la prima grande maratona della sua carriera nella quarantaquattresima edizione della Schneider Electric Paris Marathon (World […]

Doppietta keniana a Boston, vincono Kipruto e Kipyogei

12 Ottobre, 2021

Benson Kipruto e Diana Kipyogei hanno firmato la doppietta keniana alla 125^ Maratona di Boston.  Kipruto ha tagliato il traguardo in 2h09’51” aggiudicandosi la prima vittoria della sua carriera in una gara del circuito World Marathon Majors. Nella sua carriera il trentenne keniano aveva vinto le maratone di Toronto del 2018 in 2h05’13” e di […]