fbpx

Maratona – Roma: veloci nel freddo. Oltre 10.000 al traguardo

19 Marzo, 2013

Il vento freddo che ha spazzato il percorso della Maratona di Roma non ha frenato l’etiope Getachew Terfa Negari e la keniota Helena Kirop Loshanyang, vincitori della diciannovesima edizione dell’evento capitolino.

Il ventinovenne etiope ha tagliato il traguardo ai Fori Imperiali in 2h07”56 stabilendo il secondo tempo mai registrato a Roma battuto soltanto dal primato della corsa stabilito da Benjamin Kiptoo che nel 2009 si impose in 2h07’17. Il risultato acquisisce maggior valore se si pensa che Negari era alla sua sua seconda maratona vinta del 2013 in terra cinese a Xiamen in 2h07’32”.

Notevole è stato il miglioramento del connazionale Girmay Berhanu Gebru che ha abbassato il suo precedente primato di oltre tre minuti con 2h08’11”. Stephen Chemlany, che in carriera vanta un 2’07”55” ottenuto alla maratona di Berlino nel 2009, è salito sul terzo gradino del podio in 2h08’30”. Il vincitore dell’anno scorso Luka Lokobe Kanda si é dovuto accontentare questa volta del quinto posto in 2h08’50”, a 44 secondi dal tempo che lo scorso anno gli permise di trionfare. Quest’anno la Maratona di Roma ha fatto registrare sei atleti sotto le 2h10”, sicuramente un buon risultato considerando il vento forte che si è fatto sentire nella seconda parte della gara dopo un avvio piuttosto forte con un passaggio alla mezza maratona in 1h03’43”.

La gara si é decisa intorno al 40 km quando sono rimasti in quattro a giocarsi la vittoria finale: Negari, Gebru Berhanu, Chemlany e Haile Gemeda. A due chilometri dalla fine Getachew Negari ha sferrato il suo attacco decisivo e ha iscritto il suo nome nell’albo d’oro proseguendo la tradizione etiope nella Città Eterna.

“La gara era iniziata in buone condizioni ma poi ha iniziato a fare freddo e si è alzato un vento forte che ha dato fastidio anche se le condizioni climatiche non mi hann creato problemi perché ho cercato di rimanere concentrato sulla mia gara. Dopo la vittoria a Xiamen mi sono concesso un paio di settimane di riposo prima di riprendere la preparazione. Durante gli allenamenti mi sono sentito bene e ho deciso di provare a correre una seconda maratona in due mesi”, ha detto Negeri Terfa.

La gara femminile è partita su ritmi molto elevati con un passaggio di 16’51” al 5 km in vantaggio netto sulla tabella di marcia del record del percorso stabilito dalla russa Galina Bogomolova con 2h22’53” nel 2008. Helena Kirop ha scelto di partire più tranquilla con uno svantaggio di venti secondi nella parte iniziale. Il ritmo é calato e il passaggio alla mezza maratona è stato di 1h11’58” e questo ha permesso alla Kirop di ricongiungersi al gruppo di testa composto da nove atlete. Dopo il 30 km la Kirop ha gradualmente incrementato il suo ritmo dopo il 30 km e al 37 km ha preso un vantaggio di 25 secondi sull’etiope Getnet Salomie Kassa. La Kirop, vincitrice alla Maratona di Venezia nel 2011 in un eccellente primato personale di 2h23’37”, ha stabilito con 2h24’40” il terzo tempo più veloce nella storia della Maratona di Roma. Ottimo anche il riscontro dell’etiope Selomie Kassa che si è migliorata di otto minuti correndo in 2h25’15”. L’etiope naturalizzata turca Sultan Haydar, ex campionessa europea under 23 nei 1500 metri e nel cross nel 2009, ha completato il podio con 2h27’10”.

Helena Kirop viene da Pokot ed è madre di tre bambine di 8,10 e 12 anni. “E’ difficile combinare l’attività sportiva con il ruolo di madre ma una signora mi aiuta. Delle tre figlie l’unica che si interessa della corsa é la secondogenita. Porto avanti la mia fondazione che si occupa di aiutare i bambini delle famiglie più povere ad avere accesso all’istruzione. Inoltre mi piace piantare i fiori nel mio giardino”, ha raccontato Helena Kirop.

Nelle handbike l’ex pilota di Formula 1 Alex Zanardi si é confermato sempre più Re di Roma con la sua terza vittoria ai Fori Imperiali dopo i successi nel 2010 e nel 2012. Il campione paralimpico ha sfiorato il record del percorso con 1h12’15”.

La Maratona di Roma si è confermata la 42 km con la maggiore partecipazione popolare in Italia con 10679 podisti che hanno tagliato il traguardo (8749 uomini e 1900 donne).

La popolare Roma Fun ha fatto registrare 45000 persone al via. Il quarantaseienne Fabio Solito ha tagliato il traguardo per primo, mentre tra le donne la più veloce è stata la diciottenne Sonia Carnicelli.

Articoli correlati

Maratona – Italiani al traguardo: Firenze batte Roma

06 Dicembre, 2013

Lo staff della maxiclassifica dei maratoneti italiani ha completato l’inserimento dei risultati della Firenze Marathon, disputata domenica 24 novembre. Il risultato è clamoroso: con 7.124 italiani classificati, la prova fiorentina è diventata la maratona più corsa dagli italiani nel 2013, superando per la prima volta la maratona di Roma, “ferma”, se così si può scrivere, […]