fbpx

Lignano Sabbiadoro: minimo olimpico "fuori tempo massimo" per Lambrughi

Bella serata di atletica al meeting Sport e Solidarietà allo Stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro giunto alla sua ventisettesima edizione.

In chiave italiana il meeting friulano ha fatto registrare soprattutto l’eccellente 49”35 del ventiquattrenne lombardo Mario Lambrughi sui 400 ostacoli dedicati alla memoria del grande Ottavio Missoni. Il ragazzo di Biassono, portacolori dell’Atletica Riccardi Milano, ha migliorato il precedente record personale di 49”60 stabilito in occasione della semifinale degli Europei di Amsterdam. L’atleta allenato da Simone Vimercati studia marketing alla Bicocca di Milano e ha lavorato in una pizzeria per le consegne a domicilio. Il tempo di Lambrughi sarebbe stato minimo olimpico ma non potrà valere per la qualificazione perché é stato ottenuto tre giorni dopo la scadenza dei termini previsti.
Secondo posto per José Reynaldo Bencoosme in 49”77.

La serata friulana ha regalato due belle prestazioni di mezzofondisti italiani. Il campione italiano indoor degli 800m Gabriele Bizzotto si é migliorato di 26 centesimi di secondo portando il personale a 1’47”55 nella gara vinta dal sudafricano Jacob Ruzani in 1’45”42 davanti al vice campione mondiale indoor di Portland 2016 Antoine Gakeme (1’45”59) Settimo posto per il semifinalista Jacopo Lahbi in 1’47”84.

La junior Chiara Ferdani si migliora negli 800 metri femminili con 2’06”06 alle spalle della vincitrice Kendra Chambers in 2’00”75. Sempre dal mezzofondo da registrare I successi di Matthew Kiptanui sui 3000m in 7’51”47 e dell’australiana Zoe Buckmann sui 1500m in 4’12”92.

A nobilitare la serata sono state le velociste giamaicane Shelly Ann Fraser e Elaine Thompson che hanno fatto da testimonial solidali del meeting nelle gare riservate agli Special Olympics correndo insieme ai ragazzi disabili e partecipando alle premiazioni.

Lignano ospita da 11 anni il team giamaicano durante la stagione dei meeting estivi. Lignano ha contribuito in passato a lanciare la carriera di queste due campionesse che detengono il record della manifestazione sui 100 metri con 11”11. Quest’anno potrebbe essere stato il trampolino di lancio di un’altra giovane sprinter giamaicana Christania Williams che ha debuttato in Europa con 11”30 dopo il terzo posto in 10”97 ai recenti Trials giamaicani che le hanno permesso di qualificarsi per le Olimpiadi di Rio.

Altre vittorie giamaicane sono arrivate dalla medaglia di bronzo dei Mondiali di Pechino sui 400m Sherika Jackson in 51”82 e dalla vincitrice dei Triials nazionali Megann Simmonds in 13”14 sui 100 ostacoli. Buon 45”54 dell’argento mondiale della staffetta 4×400 Renny Quow di Trinidad and Tobago sui 400 metri