Kilian Jornet nudo per protesta sulla cima del Bianco


“Non c’entrano i materiali, ma la conoscenza del loro utilizzo e l’esperienza di ognuno”. Parola, anzi tweet di Kilian Jornet, professione skyrunner, protagonista di numerose imprese al limite.
Il post fa seguito ad un altro, molto più provocatorio, in cui il campione spagnolo appare completamente nudo in cima al Monte Bianco in segno di protesta contro la nuova ordinanza, già in vigore, emanata dal sindaco Jean-Marc Peillex, primo cittadino del comune di Saint-Gervais-les-Bains da cui si sviluppa la “voie royale”.

Il regolamento obbliga tutti gli alpinisti diretti sul tetto delle Alpi dalla via Normale ad avere con sè un’attrezzatura adeguata all’alta quota, comprendente cioè: berretto, occhiali da sole, maschera da sci, crema solare, giacca calda e gore-tex, pantaloni da montagna e copri-pantaloni, scarponi da alpinismo predisposti per essere abbinati a ramponi, ramponi regolati sulle calzature indossate, imbrago e kit per l’uscita da crepacci, corda, piccozza, GPS (o bussola) ed altimetro.

La decisione è stata presa in seguito all’ennesimo incidente che ha visto coinvolto un ultratrailer.

La replica del primo cittadino alla provocazione di Kilian Jornet non si è fatta attendere: “che si vergogni”.

Articoli Correlati

Quando corsa e cammino sposano storia e letteratura
Sogni da runner, la nostra dream list: 8 – Lavaredo Ultra Trail
Il Monte Bianco della discordia: Kilian, il sindaco e le regole della montagna