Roberto Zanda

Ironman Zanda: amputati i piedi

Roberto Zanda (Foto Facebook)
Di: La redazione

Riuscito l’intervento di amputazione dei piedi a Roberto Zanda, l’ultrarunner sardo rimasto gravemente congelato mentre partecipava all’ultramaratona Yukon Artic Ultra in Canada, con temperature anche di 50 gradi sottozero.

“Abbiamo effettuato un’amputazione sotto il ginocchio che consentirà una rapida applicazione delle protesi biomeccaniche”, ha spiegato all’Ansa Flavio Peinetti, primario del reparto di chirurgia vascolare dell’Ospedale Partini di Aosta.

“Per le mani – ha aggiunto Peinetti – stiamo valutando la situazione in raccordo con alcune equipe di chirurgia ricostruttiva per poter preservare il più possibile”.

Zanda è ricoverato ad Aosta dal 19 febbraio.
Da tutta la redazione di Correre i migliori auguri di una pronta ripresa.

Il messaggio sulla pagina Facebook

Lo sport vero è come la vita, si cade e ci si rialza e io non vedo l'ora di rialzarmi presto con due bei piedi nuovi e una bella mano bionica.. soprattutto per togliermi dalla testa questa cuffietta che mi fa girare le balle

Pubblicato da Roberto Zanda su sabato 10 marzo 2018

Articoli Correlati

Enrico Ghidoni: “a -50° basta una disattenzione, l’ipotermia non perdona”
Roberto Zanda
Il dramma di Zanda, l’ultrarunner rischia l’amputazione di mani e piedi
123rf
Quanto ferro per un ultrarunner?