fbpx

Indoor: miglio da spettacolo a New York

16 Febbraio, 2015

Grande spettacolo di mezzofondo nei mitici Millrose Games dispuatati nell’impianto del New Balance Track and Field Armory Centre. Nel miglio il due volte medagliato mondiale Matt Centrowitz ha vinto un bellissimo duello con il neozelandese Nick Willis stabilendo la migliore prestazione mondiale dell’anno con 3’51”35 (un solo centesimo peggio rispetto al suo record stabilito in questo meeting nel 2013).
Chris O’Hare è diventato il centesimo miler capace di scendere sotto i 4 minuti nella storia dei Millrose Games con 3’55”35.
Nel miglio femminile la medaglia di bronzo mondiale di Berlino 2009 Shannon Rowbury ha fermato il cronometro in 4’24”32 mancando di due secondi il suo fresco primato personale stabilito in questa stagione.
La keniana Sally Kipyego ha vinto il duello sui 3000 metri femminili con la connazionale Betsy Saina con la migliore prestazione mondiale dell’anno (8’41”72 contro 8’43”19). Lopez Lomong si è aggiudicato i 5000 davanti a Ryan Hill in 13’27”60. L’ex campionessa mondiale juniores e finalista mondiale Ajeé Wilson ha vinto gli 800 metri in 2’01”57.

Il meeting della Grande Mela ha fatto registrare anche la migliore prestazione mondiale dell’anno dell’ivoriana Murielle Ahouré sui 60 metri con 7”05 (3 centesimi meglio rispetto al suo miglior tempo stagionale precedente) davanti alla trinidegna Michelle Lee Ahye (7”11). Eccellente anche la gara dei 60 ostacoli dove Aleec Harris ha fermato il crono in 7”50 (miglior tempo dell’anno) precedendo il campione del mondo di Mosca David Oliver e il primatista del mondo del decathlon Ashton Eaton che hanno corso entrambi in un eccellente 7”51. Sorpresa nei 500 metri dove Brycen Spralling ha realizzato il miglior tempo dell’anno con 1’00”06 precedendo l’ex campione del mondo dei 400 ostacoli Bershawn Jackson e il finalista olimpico e mondiale dei 400 metri Jonathan Borlée. Grande ritorno del campione del mondo di salto in alto Jesse Williams che ha superato l’asticella a 2.31. Sharika Nelvis ha battuto di un centesimo di secondo Jasmin Stowers sui 60 ostacoli in 7”91.

Berlino: ISTAF Indoor: Nella capitale tedesca è andata in scena una spettacolare seconda edizione del Meeting Indoor Istaf di Berlino, versione al coperto del celebre Istaf all’aperto all’Olympiastadion. Il meeting ha coniugato grande atletica, musica, luci e fuochi d’artificio nella O2 World che ha registrato il tutto esaurito (12.500 spettatori). Renaud Lavillenie ha incrementato di un centimetro la sua migliore prestazione mondiale dell’anno nel salto con l’asta con 6.02m al primo tentativo tentando senza successo tre tentativi al record del mondo a 6.17m ma ha strappato comunque gli applausi del pubblico per una prova fallita di poco. Lavillenie ha superato 5.73 e 5.93 sempre al primo tentativo. Il polacco Robert Sobera ha valicato l’asticella a 5.81m.

La grande protagonista è stata la campionessa europea dei 100 e dei 200 Dafne Schippers che ha stabilito il miglior tempo mondiale dei 60 metri con 7”09 battendo la sudafricana Carina Horn (7”20), la statunitense Jessica Young (7”21) e la tedesca Verena Sailer (7”22). Il cubano Orlando Ortega ha eguagliato la migliore prestazione mondiale dell’anno dei 60 ostacoli con 7”51 precedendo Dayron Robles (7”53) e il primatista mondiale e campione olimpico dei 110 ostacoli Aries Merritt (7”58) Kim Collins ha collezionato la sesta vittoria in altrettante gare sui 60 metri con un eccellente 6”50 precedendo Daniel Bailey di Antigua and Barbuda (6”57) e il tedesco Lukas Jakubzyk (6”59). La tedesca Cindy Roleder, bronzo agli Europei di Zurigo, si è aggiudicata i 60 ostacoli in 8”06. Bel quarto posto della campionessa italiana in carica Giulia Pennella che ha stabilito la sesta migliore prestazione della sua carriera con 8”17.

Sheffield (Campionati britannici): Grandissimo risultato della formidabile eptatleta-saltatrice Katarina Johnson Thompson che ha migliorato il record britannico del salto in alto di un centimetro con 1.97 (con tre errori a 2 metri) vincendo un bellissimo duello con la campionessa mondiale juniores dell’eptathlon e del salto in alto Morgan Lake che ha battuto il primato britannico juniores con 1.94. Jennifer Meadows, capolista mondiale stagionale, ha vinto il suo settimo titolo britannico sugli 800 metri con 2’01”43. Nei 60 metri brillano la campionessa mondiale dei 100 metri Dina Asher Smith con 7”15 (7”14 in semifinale) e il campione europeo juniores dei 100 di Rieti 2013 Chijndu Ujah che si impone nella gara maschile in 6”57. Lawrence Clarke si è aggiudicato i 60 ostacoli in 7”69 battendo il bronzo degli ultimi mondiali juniores David Omoregie (7”78).

Vienna: Il fortissimo mezzofondista tedesco di origini etiopi Homyu Tesfaye ha migliorato il record nazionale e la migliore prestazione mondiale dell’anno dei 1500 metri con 3’35”71 diventando il primo atleta del suo paese capace di scendere sotto le 3’36”. Bravo l’azzurro Matteo Galvan che si è aggiudicato i 400 metri in 46”69 (suo terzo miglior tempo al coperto). Il meeting austriaco ha fatto registrare la migliore prestazione mondiale dell’anno della bielorussa Alina Talay sui 60 ostacoli con 7”88.

Fayetteville – Tyson Invitational: Migliori prestazioni mondiali dell’anno di Marquis Dendy, 17.23m nel salto triplo, Kyra Jefferson, 22”81 nei 200 metri. Ottimi risultati di Shawn Barber, 5.90 nell’asta, Trayvon Bromell, 20”69 neo 200 metri e Ryan Crowser, 20.66m nel getto del peso.

Hafnarfjordur (Islanda): La giovane islandese Anita Hinriksdottir ha migliorato il suo primato europeo juniores indoor degli 800 metri correndo in 2’01”77. La giovane islandese,il cui cognome significa figlia di Hinrik nella sua lingua, vinse il titolo mondiale allieve a Donetsk e quello degli Europei Juniores di Rieti nel corso dello stesso mese di Luglio del 2013.

Schio: Uno strepitoso Sebastiano Bianchetti ha migliorato il record italiano juniores del lancio del peso con attrezzo da 6 km con la misura da 19.99m che ha incrementato il precedente limite di Daniele Secci di 19.74 stabilito nel 2010. Lo stesso Secci si è ben comportato raggiungendo la misura di 19.37 con l’attrezzo da 7.26 kg.

Padova: Elisa Cusma ha realizzato un buon 2’05”43 che sfiora la sua migliore prestazione italiana dell’anno (2’05’10). Chiara Bazzoni firma il miglior crono italiano dell’anno sui 200 metri con 24’03”. Migliore misura stagionale per Giorgia Benecchi nel salto con l’asta con 4.20. Le tre gemelle Virginia, Alexandra e Serena Troiani, grandi protagoniste dei Campionati Italiani juniores di Ancona, e Camilla Colombo hanno stabilito la migliore prestazione italiana della staffetta 4×200 juniores con la maglia della Pro Patria Busto Arsiziocon 1’41”81 migliorando di 46 centesimi di secondo il freschissimo record del Cus Parma (Manzini, Dell’Aglio, Branchi, Folorunso) ai Giovanili di Ancona.

Perth (Australia): La diciannovenne australiana Nina Kennedy ha stabilito il record del mondo juniores all’aperto del salto con l’asta con 4.59m migliorando di un centimetro il precedente primato della svedese Angelica Bengtsson. Il record assoluto (considerando le prestazioni outdoor e indoor) è stato realizzato dalla Bengtsson in un meeting indoor a Stoccolma nel 2011.