fbpx

Indoor – Meeting di Gand: Albert Rop, 7’38″77 sui 3.000 m a diciannove anni

12 Febbraio, 2014

Il meeting belga di Gand è stato caratterizzato dai successi del diciannovenne Albert Rop sui 3.000 m in 7’38”77 davanti al siepista Paul Kipsiele Koech (7’38”92) e a Isiah Koech (7’39”14) e del polacco Adam Kszczot che si candida come uno dei favoriti per i Mondiali indoor di Sopot dopo la vittoria ai Fanders Games in 1’46”32 davanti a Abraham Rotich del Barhein (1’46”48).

Di notevole spessore tecnico sono stati il record europeo dei 300 m del campione europeo indoor e outdoor dei 400 m, Pavel Maslak, che ha fermato il cronometro in un eccellente 32”15 (migliorando il precedente limite del francese Leslie Djhone che fermò il cronometro in  32”47) e il 4,76 m di Anna Rogowska, migliore prestazione mondiale dell’anno, tre centimetri meglio rispetto al 4,73 m con il quale la britannica Holly Bleasdale ha vinto il titolo nazionale a Sheffield nellos stesso pomeriggio di Domenica.

A proposito di Campionati britannici, va sottolineata la doppietta della giovane eptathleta Katarina Johnson Thompson, che a Sheffield ha vinto il salto in alto con 1,96 m (battendo di un centimetro il record nazionale co-detenuto da quattro atlete tra le quali la campionessa olimpica dell’eptathlon, Jessica Ennis, che superò 1,95 m al Multistars di Desenzano nel 2007) e il salto in lungo con 6,75 m. Tra i numerosi bei risultati dei Campionati britannici spicca anche il 6”50 del velocista James Dasaolu che sui 60 m ha avuto la meglio su Dwain Chambers e Richard Kitty per tre centesimi di secondo.