fbpx

Idratazione durante lo sforzo: le 5 regole d’oro di Overstim.s

L’idratazione è essenziale nella pratica sportiva poiché preserva l’integrità fisica e ne influenza le performance. Le regole di un’idratazione corretta sono semplici, ecco le 5 d’oro:

1. Non bere più di 10 cl alla volta: maggiore è la quantità di liquido assorbita in una sola volta, maggiore è il tempo necessario allo svuotamento gastrico e meno efficace è la reidratazione. Per assimilare bene, bere un sorso abbondante (al massimo due) alla volta (da 5 a 10 cl).

2. Bere sin dall’inizio dello sforzo: la disidratazione può iniziare ancor prima della partenza (riscaldamento, stress…). Durante lo sforzo è possibile perdere fino a 1 litro di acqua in meno di un’ora! Non bisogna quindi aspettare, si consiglia di assumere il primo sorso abbondante sin dall’inizio dello sforzo.

3. Bere il più regolarmente possibile: imparare a bere regolarmente tanto più spesso quanto più la temperatura è elevata. L’ideale è bere un sorso abbondante ogni 5 minuti. Non superare i 10 minuti, neanche quando fa fresco e si avverte meno la sensazione di sete.

4. Imparare a bere durante gli allenamenti: la qualità degli allenamenti e il recupero saranno migliori. Inoltre, occorre molto tempo per acquisire dimestichezza con un apporto idrico razionale, che si impara con l’allenamento.

5. Scegliere la bevanda più adatta al proprio percorso: le bevande Overstim.s sono studiate per garantire l’apporto idrico necessario nelle migliori condizioni e apportare l’energia glucidica adeguata all’attività fisica.

Articoli correlati

Runner a tavola: una giornata di dieta idratante

Di acqua l’uomo ne consuma tanta anche solo con la respirazione (250 ml al giorno) e l’esigenza idrica cresce con l’allenamento e i soggiorni in altura. Potassio e magnesio possono essere nostri preziosi alleati. Vediamo dove trovarli e come inserirli nella nostra alimentazione con tre esempi di menu giornalieri L’acqua costituisce circa il 60% del […]

Correre al caldo. L’idratazione che ci aiuta a non rischiare 

Il meteo annuncia la fine delle perturbazioni. Il caldo umido ci attende e ci farà compagnia in queste lunghe giornate di primavera estate. Come continuare ad allenarsi regolarmente nonostante il caldo e l’umidità? È un problema di tutti i runner, maggiormente sentito da chi, in estate, deve affrontare allenamenti lunghi (ad esempio in vista di […]

Correre al mattino presto

Qual è il momento giusto per correre? Correre al mattino presto.. Uscire di corsa quando la città ancora dorme ha il suo fascino. I benefici di correre al mattino presto sono mentali oltre che fisici, perché ci si mette nella condizione per affrontare la giornata con le pile molto cariche, grazie alla riattivazione neuromuscolare. La […]

Psicologia e sport: dove si focalizza l’attenzione

14 Ottobre, 2015

Il modo in cui ci concentriamo su noi stessi e sul mondo intorno a noi, il tipo di elementi su cui decidiamo di rivolgere il nostro interesse mentre corriamo: sono tutti fattori che influenzano nel concreto la prestazione. Vediamo quando e in che modo insieme su Correre di ottobre insieme a Pietro Trabucchi, psicologo dello […]