fbpx

IAAF World Challenge Berlino: Amos e Sharp brillano negli 800

07 Settembre, 2015

Grande mezzofondo alla 74ma edizione del Meeting ISTAF di Berlino, terzultimo appuntamento del World Challenge IAAF.
Davanti a 53.000 spettatori entusiasti che hanno riempito l’Olympia Stadion, la britannica Lynsey Sharp ha realizzato il terzo tempo nazionale di tutti i tempi sul doppio giro di pista fermando il cronometro in 1’57”71 davanti alla tedesca Fabienne Kohlmann, che ha migliorato di 4 centesimi di secondo il record personale con 1’58”34 e alla campionessa mondiale di Pechino Marina Arzamasova (1’58”88).

Negli 800 metri maschili Nijel Amos ha riscattato l’eliminazione in semifinale a Pechino vincendo in 1’43”28 con quasi un secondo di vantaggio sul vice campione mondiale Adam Kszczot (1’44”22), Mohamed Aman e Taoufik Makloufi (terzo e quarto con lo stesso tempo di 1’44”24).
Virginia Nyambura ha stabilito il record africano dei 2000 siepi e la seconda migliore prestazione di sempre a livello mondiale con 6’02”16 alle spalle della russa Gulnara Galkina. Beatrice Chepkoech si è piazzata seconda in 6’02”47 precedendo la medaglia di bronzo iridata di Pechino dei 3000 siepi Gesa Felicitas Krause che ha migliorato il record tedesco con 6’04”20.
Paul Kipsiele Koech si è aggiudicato il secondo successo in questa settimana vincendo i 5000 metri in 13’08”86 quattro giorni dopo la vittoria nei 3000 siepi a Zurigo.

Tra gli altri risultati di spicco dell’Istaf di Berlino vanno sottolineati anche il successo di Dawn Harper Nelson nei 100 ostacoli in 12”82 per due centesimi su Sherika Nelvis, l’affermazione a sorpresa di Piotr Lisek con 5.74 nell’asta che vedeva al via tutto il podio di Pechino, il successo di Tom Walsch nel getto del peso con 21.47 sul tedesco David Storl (21.19) e la vittorie sui 100 metri di Candyce McGrone (11”11) e Kim Collins (10”13).