fbpx
Giancarlo Colombo

IAAF Diamond League: serata da record con Laura Muir e Kendra Harrison a Londra

Laura Muir ha regalato l’acuto del mezzofondo nella prima giornata dei Muller Anniversary Games di Londra, decima tappa della IAAF Diamond League, nello Stadio Olimpico Queen Elizabeth. La giovane studentessa di veterinaria scozzese ha polverizzato il record britannico dei 1500 metri con 3’57”49 togliendo mezzo secondo al precedente limite nazionale stabilito da Kelly Holmes alle Olimpiadi di Atene 2004 con 3’57”90. Muir ha preceduto di ben tre secondi e mezzo la medaglia di bronzo dei mondiali di Pechino Sifan Hassan (4’00”87).

Pierre Ambroise Bosse ha firmato la migliore prestazione europea dell’anno degli 800 metri con un ottimo 1’43”88 precedendo il vice campione NCAA Brandon McBride, secondo con il personale di 1’43”95. Nell’Emsley Carr Mile Silas Kiplagat ha preceduto in volata con il tempo di 3’53”04 i connazionali Timothy Cheruiyot (3’53”17) e Vincent Kibet (3’53”19).

La serata dell’Olympic Stadium di East London verrà ricordata per la grande impresa di Kendra Harrison che ha cancellato il vecchio record mondiale di Yordanka Donkova per un centesimo di secondo fermando il cronometro in un formidabile 12”20 davanti a Brianna Rollins (12”57) e a Kristi Castlin (12”59). La statunitense ha riscattato così la delusione per il sesto posto ai Trials nazionali di Eugene che l’ha estromessa dalla squadra olimpica degli USA per gli imminenti Giochi di Rio.

Usain Bolt ha corso il suo primo 200 metri stagionale in 19”89 con vento leggermente contrario (-0.3 m/s) al rientro dopo il piccolo infortunio ai Trials giamaicani. Il sei volte campione olimpico ha preceduto Alonso Edward (20”04) e Adam Gemili (20”07).

Oltre al successo di Bosse, la Francia ha conquistato altri due successi con Renaud Lavillenie nel salto con l’asta con 5.90m e Jimmy Vicaut nei 100 metri con 10”02. La staffetta britannica (Asha Phillip, Desirée Henry, Dina Asher Smith e Daryll Neita) ha stabilito il record britannico della 4×100 con un formidabile 41”81. La bahamense Shaunae Miller ha stabilito il miglior tempo mondiale dell’anno dei 400 metri con 49”55. Christian Taylor ha incrementato il primato mondiale stagionale del salto triplo con 17.78m. La vincitrice dei Trials statunitensi Dalilah Muhammad si è confermata la migliore al mondo sui 400 ostacoli con 53”90 battendo la campionessa europea Sara Petersen (54”33), mentre l’azzurra Yadisleidy Pedroso ha concluso ottava in 57”95. Ruth Beitia si è confermata la migliore al mondo in questa stagione nel salto femminile vincendo con 1.98m.

Articoli Correlati

Selwa Naser terza donna di sempre sui 400 metri
Brazier primo statunitense a vincere il titolo mondiale degli 800 metri, Re vince la batteria dei 400 metri
Sara Dossena
Dossena, ecco cosa è successo a Doha
Shelly Ann Fraser Pryce vince il quarto oro iridato sui 100 metri
Filippo Tortu
Doha 2019: Crippa eliminato nelle batterie dei 5000 metri 
Livigno: la nuova pista hi-tech pronta ad affrontare il futuro dell’atletica