fbpx
Giancarlo Colombo

IAAF Diamond League a Londra-seconda giornata: Mo Farah regale vince i 5000m in 12’59’29

Mo Farah ha illuminato con la sua corsa regale la seconda giornata degli Annivesary Games di Londra, decima tappa della IAAF Diamond League. Il campione olimpico e mondiale in carica dei 5000m e dei 10000m ha dominato la gara che ha chiuso con la migliore prestazione mondiale dell’anno di 12’59”29 acclamato dai 40000 spettatori dell’Olympic Stadium Queen Elizabeth. Il connazionale Andrew Butchart ha terminato staccato in seconda posizione in 13’14”85 davanti al quarantunenne Bernard Lagat, terzo in 13’14”96 in vista della sua quinta Olimpiade.

La campionessa olimpica dei 3000 siepi Habiba Ghribi è tornata ad esprimersi su buoni livelli vincendo in 9’21”35 davanti a Purity Kirui (9’30”95) e alla giamaicana Aisha Praught (9’31”95). La britannica Shelayna Oskan Clarke ha vinto il duello tutto britannico con la figlia d’arte scozzese Lynsey Sharp per otto centesimi di secondo in 1’59”54.

Nello sprint Dafne Schippers si è confermata la regina dei 200 metri vincendo in 22”13 con vento contrario di -0.8 m/s. Il pubblico britannico è andato in delirio per l’eccellente 37”78 del quartetto di casa della 4×100 formato da James Dasaolu, Adam Gemili, James Ellington e Chijindu Ujah che hanno preceduto la squadra B della Gran Bretagna di tre centesimi di secondo. L’ivoriana Marie José Ta Lou ha corso due volte in 10”96 in batteria e in finale imponendosi davanti a Michelle Lee Ayhe (10”99) e alla due volte campionessa olimpica Shelly Ann Fraser Pryce (11”06). Katarina Johnson Thompson ha avvicinato il record personale nel salto in lungo femminile imponendosi con 6.84m. Ottimi anche Dimitri Bascou nei 110 ostacoli (13”20), Kerron Clement nei 400 ostacoli (48”40) e Matthew Hudson Smith nei 400m (45”03). I concorsi hanno fatto registrare prestazioni di altissimo livello come il 69.94m di Sandra Perkovic nel disco femminile, il 4.80m di Ekaterini Stefanidi nell’asta femminile, il 22.04m di Joe Kovacs nel getto del peso maschile.