fbpx

I più veloci dei Campionati Italiani Under 18

Foto: Francesca Grana
Di: Diego Sampaolo
Francesco Pernici e Flavia Bianchi si sono aggiudicati i titoli nazionali degli 800 m ai Campionati italiani Under 18, in scena allo stadio Raul Guidobaldi di Rieti, che l’anno prossimo ospiterà gli Europei Under 18 dal 26 al 29 agosto 2021.

Pernici si è imposto in 1’55”95 davanti a Simone Valduga (1’56”50) e Riccardo Stalpicetti (1’57”16). Bianchi si è imposta in 2’11”71 davanti a un’agguerrita Miriam Miceli (2’12”48) che ha recuperato proprio negli ultimi metri su Laura Renna (2’12”69).

“Mi piace partire dai blocchi e sentirmi libera quando corro. Spero di abbattere tre muri: correre sotto i 12 secondi nei 100 metri, saltare 4 metri nell’asta e 6 metri nel lungo” le parole della stessa Nnachi.

I più veloci di Rieti

La quindicenne torinese Great Nnachi e il laziale Angelo Ulisse si sono aggiudicati le finali dei 100 m.
Nnachi, più conosciuta come grande talento del salto con l’asta, si è imposta in 11”86 battendo Gaya Bertello (12”13). Nnachi ha completato la doppietta dopo la vittoria sui 60 metri ai Campionati Italiani allievi indoor dello scorso Febbraio.
È stata nominata alfiere della Repubblica dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per il modello positivo di cittadinanza e per le sue qualità di atleta, affinate pur tra difficoltà, e per la disponibilità nell’aiutare i compagni i compagni e nel collaborare alla formazione e all’allenamento dei più piccoli.

Angelo Ulisse si è imposto nella finale dei 100 metri in 10”67 battendo il lombardo Filippo Cappelletti (10”77) e il toscano Gabriele Mori (10”82). Angelo è allenato da Claudio Licciardello, campione europeo indoor della staffetta 4×400 e argento sui 400m agli Europei Indoor di Torino 2009 e allenatore del velocista dello Sri Lanka Yupun Abeykoon, vincitore al meeting di Dessau sui 100 metri in 10”16.
Il terzo classificato Gabriele Mori è figlio d’arte del campione del mondo dei 400 ostacoli di Siviglia 1999 Fabrizio Mori.

Questione di famiglia

La staffetta 4×100 dell’Atletica Livorno con Daniele Colombo, Tommaso Boninti, Federico Garofoli e Gabriele Mori ha stabilito la migliore prestazione italiana all-time con 41”52. Il precedente primato era detenuto dall’Atletica Futura Roma con 41”90 dal 2016.

La diciassettenne Rachele Mori (nipote di Fabrizio Mori e cugina di Gabriele) ha stabilito il primato italiano Under 18 del lancio del martello lanciando l’attrezzo da 3 kg a 70,41 m. La prestazione della giovane livornese migliora il precedente primato stabilito da Lucia Prinetti in occasione delle Olimpiadi Giovanili di Nanchino nel 2014.
Due settimane fa Rachele si è classificata seconda ai Campionati Italiani Assoluti di Padova migliorando il primato italiano Allievi e Juniores con l’attrezzo da 4 kg.
Mori è allenata da Riccardo Ceccarini, che ha seguito anche l’argento olimpico di Sydney 2000 Nicola Vizzoni. Il fratello Federico Mori è un giocatore della nazionale juniores di rugby.

Gosio quinto all time nei 110 hs

Il portacolori dell’Atletica Vallecamonica Paolo Gosio ha stabilito la quinta migliore prestazione italiana all-time allievi sui 110 ostacoli con 13”64, prima di vincere la finale in 13”71.
La ligure Anabel Vitale ha trionfato sui 100 hs femminili in 14”34.

Nel segno di Mennea

Nel giorno del 41° anniversario del record del mondo dei 200 m di Pietro Mennea a Città del Messico nel 1979, Filippo Cappelletti ha vinto i 200 m con il record personale di 21”84, precedendo di un centesimo di secondo Loris Tonella.
Filippo, che aveva vinto il titolo italiano indoor juniores sui 200m lo scorso Febbraio, è figlio di Giuseppe Cappelletti (allenatore della campionessa europea under 20 dei 100 metri Vittoria Fontana), e dell’ex ostacolista azzurra Sabrina Previtali.
Habiba Faissal si è aggiudicata il titolo femminile in 25”01.

Giro di pista

Il ligure Marco Zunino si è aggiudicato il duello spalla a spalla sui 400 m maschili con il favorito Tommaso Boninti al photo-finish con lo stesso tempo di 48”18.
Molto più netta la vittoria di Federica Pansini sui 400 metri femminili con il tempo di 56”34.
Davide Capobianco ha conquistato il titolo italiano sui 400 hs maschili migliorandosi di quasi due secondi (53”36). Tra le Allieve, vittoria per Maria Lucia Massano in 1’03”54.

La RCF Roma Sud (Denis Rosu, Giorgio Di Nicola, Marco Restuccia e Riccardo Stalpicetti) si è imposta nella staffetta 4×400 maschile; al femminile successo per l’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter (Carolina Lorini, Giulia Manzoni, Jessica Nava e Arianna Algeri) in 4’01”50.

Leggi anche: Si rivede la strada, finalmente

Articoli Correlati

Arch. Fiamme Oro
Mondiali su pista – Tumi rinuncia ai 100 m, solo staffetta