fbpx

Golden Trail Championship: emozioni mondiali alle Azzorre

30 Ottobre, 2020
Foto: Francesca Grana

Golden Trail Championship è l’evento finale delle Golden Trail Series, un circuito mondiale di gare di trail running organizzato con il supporto di Salomon. Cinque giorni di sfide sugli sterrati dell’arcipelago delle Azzorre per un totale di 113 km e 6.050 m di dislivello.

*Articolo in aggiornamento*
>
Seguici su Instagram per non perderti le foto live del Golden Trail Championship <

La prima tappa
Partenza bagnata per la prima tappa del Golden Trail Championship, la finale mondiale delle Golden Trail Series 2020, ospitata nell’arcipelago delle Azzorre (Portogallo).

Dopo la partenza sprint coi 3,4 km del prologo, prima tappa con 25 km e 1.101 D+ di scivoloso saliscendi offroad sull’isola di Faial, in un’imprevedibile alternanza di sentieri di terra rossa e pozzanghere, tratti a “quattro zampe”nella giungla e spiagge vulcaniche.
Tappa da oceano a oceano attraversando la Caldera, con partenza a Porto do Salao e arrivo ai piedi del vulcano Capelinhos.

I migliori italiani al traguardo sono stati Francesco Puppi (8° in 2h01’05”, Nike Trail) e Maria Dimitra Theocharis (15° in 2h32’35”, Scarpa), alle spalle dei vincitori di tappa Frederic Tranchand (1h53’16”) e Tove Alexandersson (2h10’00).

Gli altri italiani: Riccardo Borgialli 16°, Luca Del Pero 20°, William Boffelli 27°, Federica Zuccollo 42°, Alessandro Chini 50°, Mauricio Camocardi 90°, Isacco Collini 102°, Giorgio Venini 112° e Lorenzo Dellomodarme 132°.
Ancora relegata in hotel Elisa Desco, sempre in attesa dell’esito del tampone.

Il podio della prima tappa
Uomini
1° Frederic Tranchand (1h53’16”, NVII, Francia)
2° Bart Przedwojewski (1h53’47”, Salomon, Polonia)
3° Elhouisine Elazzaoui (1h57’50”, Salomon, Marocco)
Donne
1° Tove Alexandersson (2h10’00”, Team Icebug, Norvegia)
2° Mathys Maude (2h16’53”, Salomon, Svizzera)
3° Balndine L’Hirondel (2h18’11”, Francia).

Foto: Francesca Grana

Il prologo
Una partenza velocissima (ma subito in salita!) per la finale delle Golden Trail Series 2020: 3,4 km con 116 m D+ e 109 m D- da correre tutti d’un fiato, con partenza e arrivo nei pressi della spiaggia di Porto Pim.

In palio 50 posti nella griglia dei migliori della prima tappa del giorno successivo. Saranno infatti i primi 47 classificat* del prologo + i vincitori e le vincitrici dei settori climb (salita), downhill (discesa) e sprint a partire nella prima wave maschile e, a distanza di 10 minuti, in quella femminile.

A non potersi giocare le proprie carte nel prologo sono stati una ventina di atleti rimasti precauzionalmente in quarantena in albergo in attesa dell’esito del secondo tampone, fra cui l’italiana Elisa Desco.Al via invece Francesco Puppi, pur in attesa dell’esito del test, ma autorizzato dall’organizzazione.

La classifica del prologo
Uomini
1° Joey Hadorn (Team Salomon, Svizzera)
2° Elhousine Elazzaoui (Team Salomon, Marocco)
3° Rémi Bonnet (Team Salomon, Francia)
Donne
1° Maud Mathys (Team Salomon, Svizzera)
2° Rachel Drake (Nike Trail, USA)
3° Blandine L’Hirondel (Francia)

Golden Trail Championship
5 giorni di sfide sugli sterrati dell’isola di Faial (Azzorre, Portogallo) per un totale di 113 km e 6.050 m di dislivello. Partenza il 28 ottobre con un prologo da 3,4 km, 116 D+ e 109 D- utile a definire le griglie di partenza della prima tappa e i primi leader delle classifiche dei settori climb (salita), downhill (discesa) e sprint.
Al via 174 corridori in rappresentanza di 32 Paesi, fra cui anche India, Giappone, Stati Uniti, Canada e Sud Africa.

Golden Trail Series
Golden Trail Championship è l’evento finale delle Golden Trail Series, un circuito mondiale di gare di trail running organizzato con il supporto di Salomon, che comprende: Zegama, Mont-Blanc Marathon, Dolomyths Run, Sierre-Zinal, Pikes Peak Marathon e Ring of Steall.

Originariamente la finale 2020 si sarebbe dovuta disputare in Patagonia (Argentina), ricalcando il percorso dei mondiali di corsa in montagna della scorsa stagione, a Villa Angostura.

Imponente lo sforzo organizzativo in un anno difficile come il 2020, ancora più forte la volontà di Golden Trail Series, Salomon e il governo autonomo delle Azzorre di non rinunciare all’organizzazione della finale delle Golden Trail Championship, sostenendo gli atleti, gli appassionati, gli addetti ai lavori e l’intera comunità del trail running, nel massimo rispetto della salute di tutti.

Clicca qui per il racconto della seconda tappa del Golden Trail Championship.
Clicca qui per il racconto della terza tappa.
Clicca qui per il racconto della quarta tappa.

Foto: Francesca Grana

Articoli correlati

Garmin Enduro, il nuovo volto della corsa ultra

23 Febbraio, 2021

Enduro, il nuovo sportwatch di Garmin è dotato di funzionalità sviluppate per rispondere alle esigenze dei runner estremi Un design progettato per resistere a qualsiasi condizione e al tempo stesso pensato per garantire massima comodità, estensione dell’autonomia, analisi delle performance e dei percorsi: ecco Enduro, lo sportwatch che Garmin dedica a tutti gli appassionati di […]

I terreni della corsa in natura

19 Febbraio, 2021

L’irregolarità del fondo è uno dei marchi di fabbrica della corsa in natura: mette alla prova muscoli, tendini ed equilibrio posturale. Ecco una carrellata su come le diverse superfici e le differenti situazioni condizionano il modo di correre off road. Il prato I prati hanno un’elevata capacità di ammortizzare l’impatto col suolo, di disperdere le […]

Le basi del trail running

06 Febbraio, 2021

Opportunità nella difficoltà. Ce lo siamo detti spesso, nell’ultimo anno. La difficoltà del trail runner è data anche dall’assenza di gare, che privano spesso della motivazione necessaria ad affrontare lavori lunghi e impegnativi. Cerchiamo ancora una volta di vedere il lato positivo: abbiamo tempo per pensare alla nostra attività, per mettere mano e per ripassare […]