fbpx

Gli infortuni sono inevitabili? No secondo Nike, che ha realizzato per questo la React Infinity Run

Di: A cura della redazione
Alla Nike hanno deciso di concentrare gli studi sulla riduzione degli infortuni. Dall’azienda hanno dichiarato di considerare questa nuova calzatura come il primo passo verso questo obiettivo. 
Tra i segreti del modello: un’intersuola allargata e una suola a forma di dondolo, che permette una transizione più fluida dall’impatto del piede sul terreno allo stacco da terra.

Nel settore delle scarpe da running il mese di gennaio si è chiuso a Milano con la presentazione della calzatura Nike React Infinity Run (nella foto), che giovedì 30 gennaio è stata protagonista della Fearless Night, andata in scena dalle 19:30 al Nike Store di Corso Vittorio Emanuele, a due passi dal Duomo.

Studi per ridurre gli infortuni 

Il concetto che ha ispirato questo nuovo modello (disponibile nei Nike Store e su nike.com) è il seguente: una delle domande più frequenti dei runner è “gli infortuni sono inevitabili?” Da questo dubbio in odor di rassegnazione, alla Nike sono partiti decidendo di concentrare gli studi sulla riduzione degli infortuni. Dall’azienda hanno dichiarato di considerare questa nuova React Infinity Run come il primo passo verso questo obiettivo. 

Della scarpa è stato spiegato che racchiude un mix ben equilibrato di efficienza biomeccanica e ammortizzazione, il tutto concentrato in una modello all’avanguardia, che offre una soluzione più accessibile (161 euro) per la stabilità e un evidente progresso rispetto ai modelli tradizionali dotati di motion control

Suola a dondolo

«Dotata di una piattaforma morbida e reattiva e di una intersuola allargata, l’Infinity ha una suola a forma di dondolo che concede una transizione più fluida dall’impatto del piede sul terreno allo stacco da terra» hanno spiegato i responsabili Nike. Il tema alla base del nuovo modello, la prevenzione degli infortuni, è stato trattato nel panel condotto da osteopati, fisioterapisti e nutrizionisti, nel corso della Fearless night, conclusa con una corsa per le vie del centro per testare la nuova scarpa.

Nike React Infinity Run
Due mesi di incontri e allenamenti

A margine dell’incontro con la stampa, la Nike ha annunciato un programma di iniziative aperte a tutti, nella città di Milano, con l’obiettivo di motivare i runner a “correre sempre di più”: 

  • la possibilità di recarsi nel Nike store di Corso Vittorio Emanuele per provare la nuova React Infinity Run sui treadmill appositamente installati;
  • da sabato primo febbraio a domenica primo marzo, ogni sabato e domenica, il Trial Tour di Nike porterà nei running hot spot della città un Van di trials della nuova scarpa per farla conoscere a tutti i runner con una prova prodotto;
  • da lunedì 3 febbraio a domenica 22 marzo, il Project Fearless accompagnerà i runner in un programma di allenamento guidato dalle coach Nike, Najla e Anita, dedicato sia ai nuovi runner che ai runner più esperti, che si stanno preparando per una mezza maratona.

Le corse, denominate semplicemente “run”, si terranno il lunedì e il mercoledì, dalle 19.30 alle 21, in zona Naviglio-Alzaia Naviglio Grande 108, il martedì e il venerdì, dalle 19.30 alle 21 al Parco Sempione e il sabato e la domenica, dalle 11 alle 12.30, negli stessi hot spot del Trial Tour di Nike.  

Info iscrizioni: http://gonike.me/project_fearless

LEGGI ANCHE:
Novità: ecco la Nike React Infinity Run, sul mercato a inizio 2020

Articoli Correlati

Scarpe: diretta Facebook con Filippo Pavesi
Novità: arriva “Mizuno Enerzy”, la tecnologia ad alta resa nel ritorno di energia e nella morbidezza
In vendita anche in Italia la Nike Air Zoom Alphafly Next%
Asics vince il premio per la nuova scarpa da pista senza chiodi
Hoka OneOne TenNine
Hoka One One: ecco la TenNine, spregiudicato ritorno alle origini del brand
New Balance Tempo
New Balance: arriva la Fresh Foam Tempo