fbpx

Edris e Tirop conquistano la Boclassic di Bolzano

Foto Passerini/organizzazione
Di: Diego Sampaolo

I successi di Muktar Edris e Agnes Tirop hanno caratterizzato la quarantaduesima edizione della Boclassic di Bolzano nella splendida atmosfera dei mercatini di Natale.

Edris ha vinto la volata con il connazionale Imane Merga con uno sprint sul rettilineo finale tagliando il traguardo in 28’52” due secondi davanti a Merga, che inseguiva il poker di vittorie a Bolzano dopo le affermazioni del 2010, 2012 e 2013. Il due volte vincitore della Diamond League dei 3000 siepi Jairus Birech ha completato un podio di altissimo livello tecnico chiudendo in terza posizione in 28’57” davanti al bronzo olimpico dei 5000 metri Thomas Longosiwa (29’00”) e al campione europeo della mezza maratona di Amsterdam 2016 Abraham Tadesse (29’07”). Il trentino Yeman Crippa è stato il migliore degli italiani in settima posizione in 29’56”, 10° Marouan Razine seguito da Soufiane El Kabbouri.

La giovane Agnes Tirop, campionessa mondiale di cross a Guiyang 2015 a soli 19 anni, ha sferrato l’allungo decisivo sul rettilineo finale staccando la vice iridata dei 10000 metri Gelete Burka. Tirop ha tagliato il traguardo in 15’44” con cinque secondi di vantaggio sulla più esperta atleta etiope, che in carriera vanta anche un oro ai Mondiali Indoor sui 1500 metri a Valencia 2008. La gara si è accesa durante il secondo dei quattro giri quando Tirop ha incrementato il ritmo. Soltanto Burka è riuscita a resistere, mentre le britanniche Stephanie Twell e Elinor Kirk hanno ceduto terreno. Tirop ha dettato l’andatura mentre Burka ha tenuto testa fino al kick finale della keniana. Tirop ha fatto registrare il secondo miglior tempo mai realizzato sul percorso di Bolzano alle spalle del 15’34” della tedesca Kathrin Wessel nel lontano 1991.

La medaglia di bronzo dei 5000m degli Europei di Amsterdam Stephanie Twell è stata la migliore delle atlete europee in quarta posizione in 16’28”. Buona prova per Giulia Viola, che si è classificata sesta in 16’56” al rientro dopo un anno e mezzo di stop per una doppia operazione al tendine d’Achille. L’atleta veneta si allena attualmente in Gran Bretagna sotto la guida dell’ex mezzofondista Rob Denmark.

Le dichiarazioni dei protagonisti della Boclassic:

Muktar Edris: Ero venuto qui per vincere la mia seconda Boclassic. Non è stata una gara facile per il freddo. Punto ai Mondiali di Cross di Kampala ma dovrò prima qualificarmi ai Trials Etiopi. Giovedì gareggio al Campaccio. L’obiettivo è vincere la medaglia ai Mondiali di Londra sui 5000 metri

Agnes Tirop: Le condizioni climatiche erano ben diverse rispetto al caldo con il quale mi alleno in Kenya. Non mi aspettavo di battere un’atleta così forte come Gelete Burka. Prima dei Mondiali di cross dove difenderò il mio titolo vinto a Guiyang disputerò un’altra gara al Campaccio

Yeman Crippa: “Sono soddisfatto della gara. Dopo essere rimasto solo al 4km, ho cercato di recuperare su Razine e nell’ultimo giro son riuscito a staccarlo arrivando primo dopo i marziani, nonché mio obbiettivo oggi qui a Bolzano

Stephanie Twell:E’ stata una gara fantastica per il clima che si respira prima, durante e dopo la gara. Correrò al cross di Edimburgo e poi punterò a qualche gara Indoor.

Giulia Viola:Sono contenta di essere tornata a correre dopo quasi 20 mesi di stop, meno contenta per le sensazioni, ma con il tempo migliorerò. Correrò il Campaccio per riassaporare con costanza l’aria della gara. Ho une bella opportunità di crescita allenandomi in Inghilterra con Rob Denmark in gruppo di ottime atlete come Gemma Steel , Kate Avery e tante altre

Articoli Correlati

Tola e Gudeta firmano la doppietta etiope alla Boclassic di Bolzano 
Boclassic, tris di Muktar Edris e record del percorso di Agnes Tirop
Boclassic: Edris, Moen e Tirop illuminano il cast stellare. Lalli atteso al rientro
IAAF World Indoor Tour: a Boston primato mondiale nella medley relay
Da Siviglia a Villa Lagarina, il meglio del cross del fine settimana
Edimburgo, l’ultimo cross in carriera di Mo Farah