fbpx

Edris a caccia del quarto successo alla BoClassic di Bolzano

Di: Diego Sampaolo

Gli etiopi Muktar Edris, Tamirat Tola e Netsanet Gudeta e gli azzurri Yeman Crippa, Yohanes Chiappinelli e Nadia Battocletti sono le stelle principali della quarantaquattresima edizione della BoClassic di Bolzano, una delle più prestigiose corse di San Silvestro a livello mondiale. La prestigiosa manifestazione altoatesina è in programma nel pomeriggio del 31 Dicembre.

Muktar Edris tenta di fare il poker di vittorie a Bolzano dopo le affermazioni nel 2014, 2016 e 2017. Il campione etiope ha vinto il titolo mondiale sui 5.000 m a Londra battendo Sir Mo Farah. Nell’ultima estate ha realizzato il personale stagionale correndo la distanza in 12’55”18, in occasione del quarto posto nella finale della IAAF Diamond League di Bruxelles, vinta dal connazionale Selemon Barega. In carriera vanta un personale di 12’54”83 realizzato a Stoccolma nel 2014.

Il principale avversario di Edris si annuncia essere il connazionale Tamirat Tola, già vincitore nel 2015, pochi mesi prima di vincere la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Rio de Janiero 2016 sui 10.000 m. Nel 2017 Tola si è classificato terzo nella maratona ai Mondiali di Londra e si è aggiudicato la velocissima Maratona di Dubai in 2h04’11”, dove lo scorso gennaio è sceso a 2h04’06”.

Yeman Crippa cercherà di concludere nel migliore dei modi la splendida stagione 2018 impreziosita dalla medaglia di bronzo sui 10.000 m e dal quarto posto sui 5.000 m agli Europei di Berlino, oltre che dai record italiani under 23 sui 3.000 m, 5.000 m e 10.000 m. Il giovane campione trentino insegue il podio alla BoClassic dopo il bel quarto posto della passata edizione. Al via saranno presenti anche gli altri due medagliati azzurri degli ultimi Europei di Berlino Yohanes Chiappinelli (bronzo sui 3.000 siepi oltre al prestigioso terzo posto alla Continental Cup di Ostrava) e Yassine Rachik (terzo nella maratona).

Gli altri protagonisti da seguire saranno il neozelandese Zane Robertson, già terzo alla BoClassic nel 2014 e quinto nel 2015 e al rientro dopo un lungo infortunio, e Jairus Birech, due volte vincitore della Diamond League sui 3.000 siepi nel 2014 e nel 2015 e autore di un personale di 7’58”41 su questa distanza a Bruxelles nel 2014.

La stella della gara femminile è Netsanet Gudeta, che si rivelò sulla scena internazionale vincendo la BoClassic nel 2015 quando era ancora sconosciuta al grande pubblico. Lo scorso marzo la Gudeta ha conquistato il titolo mondiale nella mezza maratona a Valencia, stabilendo il record del mondo in una gara solo femminile con 1h06’11”. Gudeta vanta anche la medaglia di bronzo ai Mondiali di cross a Guyang 2015. Le principali avversarie dell’etiope sono la bielorussa Volha Mazouronak, campionessa europea di maratona di Berlino 2018, e la keniana Janet Kisa, prima alla BoClassic nel 2014.

Le migliori italiane in gara sono la trentina Nadia Battocletti, campionessa europea under 20 di corsa campestre a Tilburg 2018 e prima “millennial” a vincere un titolo italiano assoluto in occasione del successo sui 5.000 m ai Campionati Italiani di, la bergamasca Sara Dossena, sesta sia alla Maratona di New York nel 2017 sia agli Europei di Berlino 2018, e Margherita Magnani, nona nella finale dei 3.000 m dei Mondiali Indoor di Sopot 2014 e tre volte di fila tra le prime cinque alla BoClassic.

Il programma prevede anche la popolare Ladurnerlauf riservata ai master, le gare giovanili con le giovani speranze del mezzofondo regionale e le gare handbike.