fbpx

Doppietta keniana alla maratona di Istanbul

Diana Chemtai Kipyokei (foto World Athletics)
Di: Diego Sampaolo

Diana Chemtai Kipyokei e Bernard Sang hanno vinto la Maratona di Istanbul (World Athletics Gold Label) fermando il cronometro rispettivamente in 2:22’06” e in 2:11’49.

Nella gara femminile Diana Chemtai Kipyokei è transitata in testa al 10 km in 34’10” insieme ad un gruppo comprendente le quattro etiopi Hiwot Gebrekidan, Tigist Memuye, Ftaw Zeray e Yeshi Kalayu Chekole.
Memuye ha ceduto il terreno a metà gara, lasciando quattro atlete al comando al passaggio intermedio alla mezza maratona in 1h11’42”. Chekole e Zeray hanno perso terreno e Kipyokei e Gebekidan sono rimaste da sole a giocarsi la vittoria finale.
Kipyokei e Gebrekidan hanno ingaggiato un bel testa a testa nei 17 km successivi. Kipyokei ha sferrato l’attacco decisivo staccando Gebrekidan nelle fasi finali della gara prima di tagliare il traguardo in 2h22’06” con un vantaggio di 2 minuti e 24 secondi su Gebrekidan.

Diana Chemtai Kipyokei ha migliorato di un secondo il precedente primato personale di 2h22’07” realizzato lo scorso anno alla Maratona di Lubiana in Slovenia. Il tempo finale della top runner keniana è la seconda miglior prestazione mai realizzata alla Maratona di Istanbul alle spalle del 2h18’55” realizzato dalla campionessa del mondo di Doha 2019 Ruth Chepngetich nel 2018.

La gara maschile è partita a ritmi regolari e ha avuto un epilogo molto emozionante con tre atleti ancora in lotta per la vittoria finale nei chilometri conclusivi. Un gruppo di nove atleti comprendente tra gli altri Bernard Sang, Felix Kimutai, Hailu Zewdu, il debuttante in maratona Edwin Soi (bronzo olimpico sui 5000 metri a Pechino 2008), Cosmas Birech (vincitore alla maratona di Roma nel 2018 in 2h08’03” e fratello del forte siepista Jairus Birech) e Tsegaye Getach, è transitato al 10 km in 31’47” e al 21 km in 1h07’15. Sei atleti sono rimasti in testa al 30 km con un passaggio di 1h34’32’.
Sang, Kimutai, Zewdu, Getachew e Birech hanno staccato Soi. Getachew e Birech non sono riusciti a tenere il ritmo quando Sang, Kimutai e Zewdu hanno forzato il ritmo.

Bernard Sang (vincitore alla Maratona di Izmir soltanto cinque settimane fa) ha lanciato l’attacco finale nei chilometri conclusivi prima di tagliare il traguardo in 2h11’49” (primato personale) davanti a Kimutai (2h12’00”) e Hailu Zewdu (2h12’23). Getachew si è classificato quarto in 2h13’54” davanti a Birech (2h14’18”) e a Soi (2h14’52”).

La maratona di Istanbul si è svolta su un percorso diverso rispetto a quello degli anni precedenti. I corridori sono partiti dalla parte europea della città e hanno raggiunto la parte asiatica attraverso il Ponte del Bosforo prima di tornare in Europa.