fbpx
Shelby Houlihan vince i 1500mt

Doppietta di Shelby Houlihan sui 1500m e sui 5000m ai Campionati statunitensi di Des Moines

Di: Diego Sampaolo

Shelby Houlihan è stata la grande protagonista delle gare di mezzofondo dei Campionati statunitensi di Des Moines vincendo i titoli dei 1500 metri e dei 5000 metri. Sulla distanza più breve la vincitrice dei 1500 metri del meeting di Eugene si è imposta in 4’05”48 davanti alla campionessa mondiale di Daegu 2011 Jenny Simpson (4’06”21), Sui 5000 metri ha fermato il cronometro in 15’31”03 davanti a Rachel Schneider e a Karissa Schweizer. Houlihan è la prima mezzofondista capace di centrare la doppietta sui 1500 e sui 5000 metri all’aperto e sui 1500m e sui 3000m ai Campionati statunitensi indoor dello scorso Marzo ad Albuquerque.

Il campione olimpico dei 1500 metri Matthew Centrowitz ha centrato il quinto successo ai Campionati statunitensi su questa distanza in 3’43”67. 

Ajée Wilson ha bisstao il successo dell’anno scorso sugli 800 metri in 1’58”18 precedendo Raevyn Rogers (1’58”57) e Ce’Aira Brown (1’58”65). Vittoria allo sprint per il bronzo olimpico Clayton Murphy negli 800 metri in 1’46”50 davanti al fresco campione NCAA Isiah Harris (1’47”11) e Erik Sowinski (1’47”76). 

Emma Coburn ha bissato il successo dei Mondiali di Londra dello scorso anno sui 3000 siepi in 9’17”70 davanti a Courtney Frerichs (9’18”69) in una gara che ripetuto lo stesso ordine d’arrivo della rassegna iridata. Per Coburn si è trattato del settimo titolo nazionale della sua carriera. 

Il vice campione olimpico e primatista statunitense Evan Jager ha conquistato il successo sui 3000 siepi maschili allo sprint con 8’20”10 davanti a Hillary Bor (8’22”58). 

Il vice campione olimpico dei 5000 metri Paul Chelimo ha vinto il secondo titolo statunitense consecutivo in 13’29”47 precedendo Ryan Hill (13’29”67). 

La rassegna disputata al Drake Stadium è stata illuminata dal fantastico 100 metri vinto da Noah Lyles in 9”88 davanti a Ronnie Baker (9”90). Lyles batté Filippo Tortu sui 100 metri ai Mondiali Juniores di Bydgoszcz 2016. 

L’ex campione del mondo under 20 di Eugene 2014 Kendal Williams si è classificato terzo in 10”00 precedendo Isiah Young (stesso tempo di 10”00) e il figlio d’arte e campione NCAA Cameron Burrell (10”04). 

La rivelazione stagionale Aleia Hobbs ha bissato la vittoria ai recenti Campionati NCAA di Eugene aggiudicandosi la finale dei 100 metri femminili in 10”91 davanti a Ashley Henderson (10”96) e all’italo statunitense Jenna Prandini (10”98). Prandini, sprinter originaria di Lodrino vicino a Brescia, è tornata a grandi livelli vincendo i 200 metri in 22”62 (dopo aver corso la semifinale in 22”22). Shakima Wimbley ha eguagliato la migliore prestazione mondiale dell’anno sui 400 metri femminili correndo in 49”52.  Ameer Webb ha ripetuto la vittoria dell’anno scorso sui 200 metri in 20”47 con vento contrario di -1.9 m/s. Successi di Kendra Harrison sui 100 ostacoli in 12”46 con vento contrario di -1.4 m/s e di Devon Allen sui 110 ostacoli in 13”45 con vento contrario di -1.8 m/s. La vice campionessa mondiale di Pechino 2015 Shamier Little si è espressa su eccellenti livelli vincendo i 400 ostacoli femminili in 53”61 battendo Georganne Moline (54”12) e Cassandra Tate (55”00). 

Articoli Correlati

Nadia Battocletti
Nadia Battocletti batte il record italiano under 20 nei 3000 metri
Tripletta dei fratelli Ingebrigtsen ai Campionati norvegesi
Assoluti Bressanone: doppietta di Marta Zenoni, Stefano Sottile vola a 2,33
Cinque ori e undici medaglie per l’Italia agli Europei Under 20 di Boras
Yeman Crippa sempre più vicino al record di Antibo
Jacobs vola in 10″03: “E adesso voglio il record italiano”