fbpx
Caster Semenya

IAAF Diamond League: Caster Semenya batte il record del Prefontaine sugli 800 metri 

Caster Semenya (Foto: Giancarlo Colombo)
Di: Diego Sampaolo

Caster Semenya ha regalato l’acuto cronometrico nella quarantaquattresima edizione del Prefontaine Classic di Eugene, terza tappa della IAAF Diamond League disputata nel tempio di Hayward Field. La sudafricana ha vinto il primo 800 metri di Diamond League di questa stagione in 1’55”92 battendo il record del meeting detenuto da Francine Nyonsaba con 1’56”72. Ajée Wilson si è imposta nel duello per il secondo posto in 1’56”86 per due centesimi su Nyonsaba. 

Grande sorpresa nei 1500 metri femminili dove la statunitense Shelby Houlihan si è imposta con il miglior tempo mondiale dell’anno di 3’59”06 precedendo la neo laureata in veterinaria Laura Muir (3’59”30) e Jenny Simpson (3’59”37).  

Il diciassettenne norvegese Jakub Ingebrigtsen ha stabilito il record europeo under 20 nel Bowerman Mile con 3’52”28 nella gara vinta da Timothy Cheruiyot in 3’49”87 davanti al diciannovenne Samuel Tefera (3’51”26) e a Elijah Manangoi (3’52”18). 

Benjamin Kigen ha colto una vittoria inaspettata sui 3000 siepi maschili in 8’09”07 superando con un allungo a 120 metri dalla fine i favoriti Conseslus Kipruto e Evan Jager, che si sono giocati il secondo posto al photo-finish. Il keniano ha avuto la meglio per due millesimi di secondo in 8’11”71. 

Genzebe Dibaba ha vinto i 5000 metri femminili stabilendo il record del meeting con 14’26”89 precedendo Letesenbet Gidey (14’30”29) e Hellen Obiri (14’35”03). Il giovane Selemon Barega ha vinto una gara di 2 miglia senza risultati sensazionali in 8’20”01. Emmanuel Korir ha fatto suoi gli 800 metri in 1’45”16 davanti a Nijel Amos (1’45”51) e a Wycliffe Kinyamal (1’46”14).

Il momento clou del meeting dedicato al grande Steve Prefontaine è arrivato dai 200 metri dove il ventenne Noah Lyles ha eguagliato il miglior tempo dell’anno con un fantastico 19”69. Ronnie Baker ha vinto gli attesissimi 100 metri in 9”78 con vento a favore di +2.4 m/s battendo Christian Coleman (9”84). Doppietta ivoriana sui 100 metri dove Marie Josée Ta Lou ha sfiorato il personale con 10”88 precedendo Murielle Ahouré (10”90) e Elaine Thompson (10”98). Shaunae Miller Uibo ha dominato i 400 metri femminili stabilendo il miglior tempo mondiale dell’anno con 49”52. Mutaz Barshim supera 2.36m prima di tentare senza successo tre prove a 2.42m. Omar McLeod ha vinto i 110 ostacoli di Eugene per il terzo anno di fila in 13”01 con vento a favore di +3.1 m/s. Successo giamaicano anche nei 400 ostacoli femminili per Janieve Russell in 54”06. Christian Taylor ha vinto il triplo maschile all’ultimo tentativo con 17.71m con vento contrario di -1.3 m/s battendo l’amico Will Claye (17.46). Record del meeting nell’asta femminile di Jenn Suhr e Eliza McCartney con 4.85m. Sam Kendricks si è aggiudicato l’asta maschile con 5.81m. Record del Prefontaine Classic anche per Thomas Rohler nel giavellotto con 89.88m e Ryan Crouser nel getto del peso con 22.53m. 

Articoli Correlati

Nadia Battocletti
Nadia Battocletti batte il record italiano under 20 nei 3000 metri
Tripletta dei fratelli Ingebrigtsen ai Campionati norvegesi
Konstanze Klosterhalfen
Record tedesco e quarta migliore prestazione europea all-time di Klosterhalfen
Lopez Lomong
Doppietta di Lomong sui 5000 e sui 10000 metri ai Campionati statunitensi di Des Moines
Ruth Chepngetich
Chepngetich e Tola vincono la mezza maratona di Bogotà
Assoluti Bressanone: doppietta di Marta Zenoni, Stefano Sottile vola a 2,33