fbpx
Hellen Obiri cross di Elgoibar

Diamond League a Rabat: Hellen Obiri trascina Sifan Hassan al record europeo sui 5000 metri

Foto Iaaf
Di: Diego Sampaolo

La nona tappa della IAAF Diamond League a Rabat è stata caratterizzata dalle cinque migliori prestazioni mondiali dell’anno di Hellen Obiri sui 5000 metri (14’21”75), di Caster Semenya sui 1000 metri (2’31”01), di Benjamin Kigen sui 3000 siepi (8’06”19), di Yomif Kejelcha sui 3000 metri (7’32”92) e della colombiana Caterine Ibarguen nel salto triplo con 14.96m.

Obiri ha trascinato Sifan Hassan al record europeo dei 5000 metri femminili con 14’22”34 (il precedente era detenuto dalla russa Shobukova con 14’23”75) in una gara che ha visto altre eccellenti prestazioni realizzate da Letesenbet Gidey (14’23”14), da Senbere Teferi (14’23”33) e da Agnes Tirop (14’24”24). Genzebe Dibaba, leader mondiale stagionale sui 1500m e sul miglio, non è andata oltre il sesto posto in 14’42”98.

Yomif Kejelcha ha vinto i 3000 metri stabilendo il record del meeting con 7’32”92 vincendo in volata davanti a Birhanu Balewu (7’34”26) e al sorprendente australiano Stewart McSweyn (7’34”79 record personale).

Benjamin Kigen ha vinto la seconda gara stagionale in Diamond League sui 3000 siepi stabilendo il record personale con 8’06”19 davanti all’etiope Chala Beyo (8’07”27) e al marocchino Soufiane El Bakkali (8’09”58). Brahim Kaazouzi ha regalato al pubblico di casa il successo sui 1500 metri in 3’33”42 (record personale) precedendo nella volata negli ulti 30 metri Filip Ingebrigtsen (3’33”40). Francine Nyonsaba ha bissato il successo di Losanna sugli 800 metri in 1’57”90 precedendo la giamaicana Natoye Goule (1’58”33) e la marocchina Rababe Arafi (1’58”84).

Christian Coleman ha vinto l’attesa sfida sui 100 metri maschili al photo finish su Ronnie Baker con lo stesso tempo di 9”98, mentre Noah Lyles si è classificato terzo in 9”99. Shaunae Miller Uibo ha stabilito il record del meeting sui 200 metri in 22”29 rimontando nei metri finali su Dina Asher Smith (22”40). Sui 400 metri ha destato un’ottima impressione il giovane giamaicano Akeem Bloomfield, vincitore in 44”33 precedendo Abdallelah Haroun (44”69). Ha destato la sconfitta di Maria Lasitskene, solo terza nel salto in alto femminile con 1.90m nella gara vinta da Mirela Demireva con 1.94m. Brianna McNeal ha stabilito il record del meeting sui 100 ostacoli con 12”51 precedendo di sette centesimi di secondo Sharika Nelvis. Gli altri due record del meeting sono caduti nel salto con l’asta maschile dove Sam Kendricks si è imposto con 5.86m, e nel lancio del giavellotto maschile dove l’estone Magnus Kirt ha realizzato la misura di 89.75m

Articoli Correlati

weekend atletica
Atletica: Iapichino subito al top, Davide Re in crescita
Barontini
Il ritorno dell’atletica in pista, tra Tamberi-show e risultati super in prove non olimpiche
Gianmarco Tamberi
L’atletica italiana riparte con i primi test agonistici di Formia e Brusaporto
Francesca Tommasi scende sotto la migliore prestazione italiana under 23 sui 5000 metri
Wanda Diamond League
Wanda Diamond League – Ecco le nuove date: Golden Gala 17 settembre. Niente finale per il 2020
Konstanze Klosterhalfen
Klosterhalfen batte il record europeo dei 5000 metri indoor a Boston