fbpx
Noah Lyles

Diamond League: Musagala si conferma nei 1500, Lyles fa meglio di Bolt nei 200

Noah Lyles (Foto: Colombo)
Di: Diego Sampaolo

L’ugandese Ronald Musagala si è confermato il nome nuovo dei 1500 metri a livello mondiale vincendo un grande 1500 metri maschile in 3’30”58 (record personale eguagliato) nella dodicesima tappa della IAAF Diamond League allo Stadio Sebastien Charlety di Parigi davanti a 16000 spettatori. Musagala ha superato in rimonta Ayanleh Souleiman (3’30”66). Filip Ingebrigtsen si è imposto nel derby di famiglia per il terzo posto in 3’31”06 precedendo il fratellino Jakob (3’31”33). I fratelli scandinavi hanno preceduto Bethwell Birgen (3’31”45). Per la seconda volta nella storia dieci atleti sono scesi sotto i 3’32” nella stessa gara. Da sottolineare in particolare il grande ritorno di Taoufik Makloufi (3’31”77) e il record personale eguagliato dell’australiano Stewart McSweyn (3’31”81), Samuel Tefera (3’31”82) e Marcin Lewandowski (decimo al traguardo ma con il record nazionale di 3’31”95). 

Soufian El Bakkali ha vinto i 3000 siepi in 8’06”64 precedendo allo sprint Benjamin Kigen (8’07”09) e Girma (8’08”63). Il campione olimpico Conseslus Kipruto è tornato da un infortunio con un quinto posto in 8’13”75. 

Brandon McBride si è aggiudicato il successo sugli 800 metri maschili in 1’43”78 conquistando una delle quattro vittorie per il Canada in una serata memorabile per il paese con la bandiera della foglia d’acero. Il portoricano Wesley Vazquez ha stabilito il record nazionale in seconda posizione con 1’43”83 precedendo il keniano Michael Saruni (1’44”41), Collins Kipruto (1’44”59), Clayton Murphy (1’44”93) e il beniamino di casa Pierre Ambroise Bosse (1’45”07 primato stagionale). 

Sette atlete sono scese sotto i 2 minuti in un grande 800 metri femminile, dove la statunitense Hanna Green si è imposta in 1’58”39 davanti alla giamaicana Natoya Goule (1’58”59), all’ugandese Winnie Nanyondo (1’58”83) e all’ucraina Olha Lyakhova (1’59”13). 

Lyles batte il record del meeting di Bolt sui 200 metri

Noah Lyles ha migliorato il record del meeting di Parigi sui 200 metri con 19”65 facendo meglio di otto centesimi di secondo rispetto al 19”73 realizzato da Usain Bolt nell’edizione del 2013 quando il meeting si svolgeva ancora allo Stade De France. 

Il turco Ramil Gulyev si è piazzato al secondo posto in 20”01 precedendo il canadese Aaron Brown (20”13). 

La magica notte di Parigi Charlety nel tredicesimo arrondissement ha regalato la super sfida tra Will Claye e Christian Taylor, primo e secondo nel salto triplo con 18.05m e 17.82m. Entrambi hanno migliorato il record del meeting di Jonathan Edwards di 17.75m che resisteva dal 2002. Gli altri due record del meeting caduti a Parigi sono arrivati dal neozelandese Tom Walsh nel getto del peso con 22.44m e dallo statunitense Sam Kendricks nel salto con l’asta con 6.00m. Alysha Newman ha vinto il salto con l’asta femminile stabilendo il record canadese con 4.82m.

Karsten Warholm ha stabilito la seconda migliore prestazione europea di sempre sui 400 ostacoli con 47”26 sfiorando di 14 centesimi di secondo il suo primato europeo stabilito un mese fa a Londra.

Elaine Thompson ha vinto per la seconda volta in carriera sui 100 metri femminili al meeting di Parigi in 10”98 davanti a Marie Josée Ta Lou (11”13). La Giamaica ha vinto la seconda gara di questa serata con Stephanie Ann McPherson con 51”11 sui 400 metri femminili. Daniel Roberts ha vinto per la prima volta in Diamond League sui 110 ostacoli in 13”08 davanti a Orlando Ortega (13”14). Yulimar Rojas ha superato i 15 metri per la quarta volta in questa stagione nel salto triplo femminile con 15.05m. Le altre vittorie sono andate a Kevin Mayer nel triathlon con 2866 punti (13”55 nei 110 ostacoli, 7.50m nel lungo e 17.08m nel getto del peso), a Michael Mason nel salto in alto maschile con 2.28m e a Denia Caballero nel disco femminile con 66.91. 

Articoli Correlati

maratona
Maratona di Istanbul: la lepre Daniel Kibet vince a sorpresa
Maratona di Francoforte: record di Valariy Ayabei
maratona
Maratona di Lubiana: Chepkirui batte il record del percorso con 2h21’26”
Senbere Teferi
Senbere Teferi batte il record etiope alla Mezza Maratona di Valencia con 1h05’32”
Gemechu e Belihu vincono la mezza maratona di New Dehli
Agenda del runner
Tre primati a Lisbona: record del percorso nella mezza maratona e nella maratona maschile