fbpx

Degitu Azimeraw, record del percorso alla maratona di Amsterdam

Di: Diego Sampaolo

La ventenne etiope Degitu Azimeraw ha regalato l’acuto cronometrico alla Maratona di Amsterdam stabilendo il record del percorso con 2:19’26” al debutto sulla distanza in una giornata perfetta per correre con una temperatura di 11°C. Azimeraw è la prima atleta della storia di questa manifestazione a tagliare il traguardo con una prestazione al di sotto delle 2:20’. Il precedente primato della manifestazione a livello femminile era detenuto dalla connazionale Meseret Hailu, che fermò il cronometro in 2:21’09” nel 2012. L’Etiopia ha dominato la gara femminile piazzando Girma Tigist al secondo posto in 2:19’52” (miglioramento di sette minuti rispetto al precedente record personale stabilito a Ottawa ad inizio 2019) e Gebru Azmera al terzo posto in 2:20’48”. L’ex specialista etiope dei 1500 metri Betsu Sado si è piazzata al quarto posto in 2:21’03”, tempo inferiore al precedente record del percorso.

La gara è entrata nel vivo al 35° km quando un gruppo di cinque atlete (Azimeraw, Tigist Girma, Azmera Gebru, Besu Sado e Mimi Belete) è transitato in 1h56’14”.  Azimeraw (atleta dal personale di 1h06’07” sulla mezza maratona) ha lanciato l’attacco decisivo a pochi chilometri dalla fine in prossimità dello Stadio Olimpico di Amsterdam. Azimeraw ha realizzato il secondo miglior tempo al debutto su questa distanza. Solo la grande Paula Radcliffe corse più forte alla prima gara sui 42 km fermando il cronometro in 2h18’56” nel 2002.

La gara maschile

Ottimo livello anche nella gara maschile dove quattro atleti sono scesi al di sotto delle 2 ore e 6 minuti. Il keniano Vincent Kipchumba ha conquistato il successo nella gara maschile in 2h05’09” precedendo il favorito etiope Solomon Deksisa (secondo in 2h05’16”), l’altro keniano Elisha Rotich (2h05’18”) e l’etiope Betesfa Getahun (quarto in 2h05’28 al debutto in maratona). Il top runner olandese Abdi Nageeye si è classificato al nono posto in 2h07’39” nonostante un problema alla coscia al 10° km.

Anche la gara maschile è entrata nel vivo al 35° km quando il gruppo di testa formato da Elisha Rotich, Vincent Kipchumba, Solomon Diksesa e Betesfa Getahun è transitato in 1h44’07”. Rotich e Deksisa hanno accelerato all’ingresso del Vodelspark, ma Kipchumba ha rimontato lo svantaggio al 41 km. Kipchumba ha sferrato l’attacco decisivo ad 1 km dalla fine involandosi verso il traguardo all’interno dello Stadio Olimpico.

Articoli Correlati

Ravenna: ecco tutti i Campioni Italiani di maratona 2019
Ruth Chepngetich
Desisa e Chepngetich maratoneti dell’anno al Gala AIMS di Atene
Under Armour: ecco le maglie della Generali Milano Marathon 
Under Armour: ecco le maglie della Generali Milano Marathon 
Maratona di Ravenna
Maratona: domenica a Ravenna i Campionati italiani Fidal Assoluti e Master 
maratona
Maratona di Istanbul: la lepre Daniel Kibet vince a sorpresa
New York
Kamworor sfida Desisa, Kitata e Tola nella maratona di New York