fbpx

Davide Re record italiano sui 400m: è il primo a scendere sotto i 45 secondi

Foto Giancarlo Colombo
Di: Diego Sampaolo

Davide Re ha migliorato il record italiano dei 400 metri diventando il primo atleta azzurro della storia a scendere sotto la barriera dei 45 secondi con 44”77 in occasione del Resisprint meeting di La Chaux de Fonds nella Svizzera romanda di lingua francese.

L’ex maestro di sci nato ad Imperia ha migliorato di 24 centesimi di secondo il suo recente record italiano di 45”01 stabilito in un altro meeting svizzero, a Ginevra, due settimane fa. Davide Re, allenato da Maria Chiara Milardi a Rieti, è stato preceduto dal colombiano José Zambrano, che a sua volta ha migliorato il record nazionale con un ottimo 44”68. Re ha consolidato il primo posto nelle liste europee dell’anno.

“C’è voluto del tempo per rendermi conto di quello che ho fatto e per capire quanto fosse grande la felicità – ha commentato Davide Re subito dopo aver registrato il record – Sono contento per aver abbattuto un muro storico. Rimarrà per sempre. Nessuno potrà mai togliermelo. Invece i record nascono per essere battuti. Subito dopo l’arrivo ero dispiaciuto per aver perso. Non ero certo che il primato potesse cadere qui perché sto lavorando per il meeting di Montecarlo del 12 luglio e non ho finalizzato la gara di oggi”.

Bogliolo a due centesimi di secondo dal record italiano dei 100 ostacoli

La campionessa italiana indoor e outdoor Luminosa Bogliolo ha sfiorato il record italiano di due centesimi di secondo dei 100 ostacoli correndo la batteria in 12”78 con vento regolare davanti a due atlete europee di rango come la finlandese Nooralotta Neziri e la belga Anne Zagré, entrambe accreditate di 12”96. La giovane ostacolista ligure si è imposta anche nella finale in 12”76 per un centesimo di secondo sulla giamaicana Brittany Anderson con vento a favore troppo generoso di +3.1 m/s. La studentessa di veterinaria è diventata la seconda italiana di sempre a due soli centesimi di secondo dal record italiano detenuto da Veronica Borsi con il 12”76 realizzato a Orvieto nel Giugno 2013.

Eseosa “Fausto” Desalu ha realizzato la seconda migliore prestazione della sua carriera sui 200 metri con 20”26 arrivando a 13 centesimi dal record personale stabilito lo scorso anno in occasione del sesto posto della finale degli Europei di Berlino. Desalu ha centrato anche il minimo per i Mondiali di Doha. L’allievo del giovane tecnico Sebastian Bacchieri si è classificato al terzo posto alle spalle dello svizzero di padre giamaicano Alex Wilson, che ha battuto il record nazionale con 19”98, e dello zambiano Sydney Siame (20”16).

Articoli Correlati

Davide Re
Davide Re batte il record italiano sui 400 metri
L’atletica piange Roberto Quercetani, maestro di storia e fondatore della statistica 
Europei Indoor di Belgrado: gli azzurri e i protagonisti al via
Assoluti Indoor: Jacobs vola a 8.06, tre azzurri oltre gli 8 metri
Giancarlo Colombo
Bilancio della Diamond League: ogni tanto passa Bolt, tutto il resto è noia
Arch. Fiamme Oro
Mondiali su pista – Tumi rinuncia ai 100 m, solo staffetta