fbpx

Cross – Il “vecio” De Nard, l’emergente Fontana: la Vallagarina parla italiano

Si corre tra le viti dei vini pregiati di uno dei territori atleticamente più avanzati d’Italia: il Trentino Alto Adige (vecchia definizione che sopravvive all’attuale, che parla di “Provincia autonoma di Trento” e “Provincia autonoma di Bolzano”) che, grazie alla bontà dei suoi dirigenti, sforna ogni anno manifestazioni d’interesse nazionale e internazionale. Dopo la Boclassic di Bolzano (31 dicembre), l’appuntamento questa volta è sui prati di Villa Lagarina, alle porte di Rovereto, dove per la 37ª volta si corre il cross della Vallagarina, uno dei momenti clou dell’inverno, che anticipa di 2 settimane la Cinque Mulini. Abbastanza folta la rappresentativa italiana con il “vecio” De Nard, l’emergente Fontana (ottavo negli under 23 di Belgrado), La Rosa, Chatbi, Floriani e Rachine. Interessante la presenza africana con Alex Kibet, keniano vincitore a Bruxelles, degli ugandesi Kusuro e Busienei e dell’ucraino Matvychuck. Tra le donne si segnala l’esordio nella campestre di Silvia Weissteiner, con La Barbera, Roffino, Rinicella, Epis e Stefani, Gaggi. Non possono mancare le africane, rappresentate da Cheruto (Kenia) e Hirut (Etiopia).