fbpx

Chepngetich punta al record mondiale di maratona

Di: Diego Sampaolo

La keniana Ruth Chepngetich pensava di attaccare il primato mondiale alla maratona di Londra, l’obiettivo è solo rimandato

La campionessa mondiale di maratona di Doha 2019 Ruth Chepngetich crede di poter attaccare il primato del mondo della classica distanza dei 42 km con una buona preparazione.

La venticinquenne keniana si era posta come obiettivo di battere il record del mondo alla Maratona d Londra dove avrebbe dovuto sfidare le connazionali Brigid Kosgei (primatista del mondo con 2h14’04”) e Vivian Cheruiyot (record personale 2h18’31”). La gara è stata rimandata al prossimo 4 Ottobre per la pandemia da coronavirus. Chepngetich spera di poter tornare alle gare più forte di prima e di raggiungere il suo sogno.

“Battere il record del mondo è l’obiettivo al quale miro da tempo e che voglio raggiungere. Credo che con ogni probabilità qualcuno riuscirà a batterlo”, ha dichiarato Chepngetich.

Chepngetich ha vinto la Maratona di Dubai in 2h17’08” nel Gennaio 2019 diventando la quarta maratoneta di sempre dopo Brigid Kosgei (2h14’04), Paula Radcliffe (2h15’25”) e Mary Keitany (2h17’01”).

“Non so ancora dove o quando, ma il record del mondo è un obiettivo che voglio raggiungere. La cosa più importante è rimanere in salute e al riparo dalla pandemia. So che arriverà il momento giusto per me a patto di non avere infortuni e di rimanere concentrata”.

Oltre a vincere a Dubai Chepngetich ha conquistato il titolo mondiale a Doha in 2h32’43” lo scorso autunno. In carriera ha vinto la Stramilano Half Marathon e le maratone di Istanbul e Dubai, e altre mezze maratone a Istanbul, Seiryu e Bogotà. Nel 2019 ha ricevuto il Premio AIMS durante il tradizionale Galà Mondiale dell’Associazione Mondiale delle corse su strada ad Atene.

“E’ stato un grande onore ricevere il Premio di maratoneta dell’anno ad Atene dove la maratona è nata”. Chepngetich, Kosgei e Cheruiyot difenderanno i colori del Kenya alle Olimpiadi di Tokyo 2021.