fbpx

“Io credo in te”: la borsa di studio di Pizzolato a Francesco Guerra e Rebecca Lonedo

Foto Giancarlo Colombo
Di: La redazione

Sono gli azzurri Francesco Guerra e Rebecca Lonedo i vincitori della borsa di studio promossa da Orlando Pizzolato con il progetto “Io credo in te“, anno 2019. L’iniziativa è operativa dal 2016 ed è promossa direttamente dal direttore responsabile di Correre, che del progetto è “Media partner”  e gode del patrocinio della Federazione italiana di atletica leggera. La borsa di studio è rivolta ad atleti tra i 16 e i 22 anni, che praticano l’atletica leggera nelle specialità del mezzofondo e del fondo, con l’obiettivo di aiutarli a perseverare nella pratica sportiva creando le condizioni ottimali per lo sviluppo delle potenzialità atletiche.

I vincitori 2019

Francesco Guerra (società RCF Roma Sud), 17 anni, allenato a Frascati (RM) da Giorgia Di Paola, nel 2018 si è classificato sesto agli Europei Under 18 di Gyor nei 3.000 m e ha vissuto l’esperienza dei Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires.

Rebecca Lonedo (Atl. Vicentina), 22 anni, seguita a Dueville (Vicenza) da Gianni Faccin, nella scorsa stagione ha vinto il suo primo titolo italiano su pista nei 10.000 m tra le Under 23 e ha vestito per due volte la maglia azzurra: nell’incontro internazionale di Rennes (FRA) e nei Campionati Europei di Cross a Tilburg (NED).

La borsa di studio, destinata a chi si è distinto per qualità sportive e dedizione, consiste in una somma di 1.000 euro da utilizzare per eventuali trasferte, abbigliamento, visite mediche, tasse scolastiche e libri di studio, e inoltre gli atleti vincitori e i loro tecnici potranno beneficiare di una collaborazione attiva con Orlando Pizzolato.

Appuntamento al 2020

Il progetto si rinnova anche per il 2020. Dal primo settembre al 30 novembre 2019 sarà possibile a tutti segnalare gli atleti meritevoli della borsa di studio (info su www.orlandopizzolato.com). Il vincitore sarà annunciato prima delle festività natalizie del 2019.

 

Rebecca Lonedo

Rebecca è nata ad Arzignano (VI), il 5 dicembre 1996 e corre per l’Atletica Vicentina. Il suo tecnico è Gianni Faccin, allenatore della squadra di Dueville. Rebecca ha praticato danza e nuoto prima di dedicarsi all’atletica: nel 2013 è arrivata terza al Campionato Italiano di corsa campestre (categoria Allieve) prima che un infortunio compromettesse la sua stagione. Nel 2018 ha conquistato il suo primo titolo italiano nei 10.000 m under 23 su pista e ha vestito la maglia azzurra due volte: nell’incontro Internazionale di Rennes (FRA), dove ha vinto nel 2018, e ai Campionati europei di Cross di Tilburg nel 2018, dove si è classificata diciannovesima. Nel 2018 ha partecipato anche ai Giochi del Mediterraneo Under 23 sui 10.000 m, dove si è classificata al secondo posto. Sta frequentando il terzo anno della facoltà di Scienze Motorie a Padova.

Primati personali

1.500 m: 4’29”10 (Trento, 2017)

3.000 m: 9’39”72 (Trento, 2017)

5.000 m: 16’31”27 (Pescara, 2018)

10.000 m: 35’29”49 (Treviso, 2018)

10 km su strada: 34’58” (Rennes, 2018)

Francesco Guerra

Francesco Guerra è nato il 17 luglio 2001. Corre per la società RCF Roma Sud. Ha vestito la maglia azzurra correndo i 3.000 m agli EYOF 2017 (Festival olimpico della gioventù europea), poi ai Campionati Europei di Gyor 2018 e alle Olimpiadi giovanili di Buenos Aires 2018.

Ha vinto 7 titoli italiani:

  • da cadetto, anno 2016: campione italiano cross e campione italiano 2000 metri in pista
  • da allievo, anno 2017: campione italiano 1000 metri indoor
  • da allievo, anno 2018: campione italiano cross, campione italiano 1500 metri e 3000 metri in pista, campione italiano 10km su strada

Detiene la migliore prestazione italiana cadetti nei 1.200 m siepi.

Primati personali

800 m: 1’54”97 (Roma, 2018)

1.000 m: 2’28”68 (Ostia, 2018)

1.500 m: 3’54”29 (Ostia, 2018)

2.000 m: 5’31”54 (Fidenza, 2016)

3.000 m: 8’24”13 (Fiano Romano, 2018)

1.200 m siepi: 3’15”28 (Frascati, 2016)

10.000 m 30’33” (Fiumicino, 2018)

Articoli Correlati

Atletica e bambini
Pizzolato: atletica, miti d’altri tempi e giovani di oggi
E’ più impegnativo scalare l’Everest o correre il miglio in meno di 4 minuti?
Fondo lento
Come arricchire il fondo lento
sudore
Pizzolato e l’uso della tecnologia nello sport
Esperienza, intuizioni e coraggio: le abilità del bravo allenatore
Pizzolato: frattura da stress, infortunio dei tempi moderni