fbpx

Benati, record italiano nei 400 indoor Under18

Montesano/FIDAL
Di: Diego Sampaolo

Ancona ha ospitato una splendida edizione dei Campionati italiani indoor Under18, nobilitata dal record italiano sui 400 m del campione europeo di categoria di Gyor 2018, Lorenzo Benati. Il giovane portacolori dell’Atletica Roma Acquacetosa ha fermato il cronometro in 47”74, superando di tre centesimi di secondo il precedente record detenuto dal campione del mondo juniores della staffetta 4×400 di Tampere 2018, Edoardo Scotti, che vinse questa manifestazione in 47”77 nell’edizione del 2017.

Mezzofondo: nuovi mezzofondisti sulla ribalta nazionale

La principale novità dell’edizione 2019 è stata l’introduzione nel programma del mezzofondo degli 800 e dei 1500 metri al posto dei 1000 metri. Massimo Flamigni, atleta romano di Ciampino allenato da Daniele Focaccetti, si è laureato campione italiano degli 800 metri in 2’00”13 due stagioni dopo il titolo cadetti sui 2000 siepi a Cles nel 2017.

Negli 800 metri femminili la pugliese Alessia Muciaccia ha vinto con una progressione nella seconda metà gara in 2’13”96 precedendo la lombarda Susanna Marsigliani (2’16”85).

L’umbra Melissa Fracassini ha bissato il successo da cadetta sui 1000 metri di Rieti 2018 vincendo il titolo dei 1500 metri da allieva in 4’41”48. Il friulano Nicolò Galimi si è preso la rivincita vincendo allo sprint i 1500 metri maschili in 4’06”72 riscattando la squalifica per infrazione di corsia.

Larissa Iapichino e Veronica Besana protagoniste nel lungo e nei 60 ostacoli:

Larissa Iapichino (figlia d’arte di Fiona May e Gianni iapichino) ha vinto il salto in lungo con l’eccellente misura di 6.30m stabilendo la seconda migliore prestazione della sua carriera arrivando a 6 centimetri dal suo record italiano stabilito lo scorso anno.

La ragazza fiorentina allenata da Ilaria Ceccarelli e da Gianni Cecconi è stata la protagonista di un grande duello nella finale dei 60 ostacoli con la lombarda Veronica Besana. Il titolo italiano si è deciso al photo-finish in favore di Besana, che ha preceduto Iapichino per un solo centesimo (8”30 a 8”31). Entrambe hanno avvicinato il record italiano detenuto da Desola Oki.

Il romano Lorenzo Simonelli ha dominato la finale dei 60 ostacoli maschili in 7”76 avvicinando il record italiano da lui stesso battuto tre volte di fila quest’inverno e portato a 7”71.

Il figlio d’arte siracusano Francesco Melluzzo si è imposto sui 60 metri maschili in 6”78 diventando il secondo più veloce di sempre in Italia, a tre centesimi di secondo dal primato italiano detenuto da Federico Guglielmi.

La marchigiana Melissa Mogliani Tartabini ha vinto il primo titolo italiano della sua carriera aggiudicandosi la finale dei 60 metri con il record personale migliorato di un centesimo di secondo con 7”56.